domenica, 29 Gennaio 2023

Usa, trasporto aereo in tilt per guasto informatico: ripartono i voli dopo il caos. Biden: “Nessun attacco terroristico”

A causa di un guasto che ha colpito il sistema informatico della Faa, tutti i voli in partenza dagli Stati Uniti previsti per oggi hanno subito ritardi o sono stati cancellati. Il presidente Biden ha dichiarato che non si tratta di un attacco hacker.

Da non perdere

Questa mattina 11 gennaio il sistema informatico della Federal Aviation Administration (Faa) ha subito un guasto che ha causato un blocco e il conseguente ritardo o cancellazione di tutti i voli in partenza dagli Stati Uniti. Sulla questione è intervenuta l’agenzia di trasporti  americana attraverso una dichiarazione alla NBC: “Stiamo lavorando per ripristinare il sistema di notifica delle missioni aeree. Stiamo eseguendo i controlli finali di convalida e ripopolando il sistema. Sono interessate le operazioni in tutto il sistema dello spazio aereo nazionale. Forniremo aggiornamenti frequenti man mano che faremo progressi”. La Faa inoltre ha anche ordinato un blocco di tutti i voli in partenza, fino alle 9 del mattino ora di New York. Attorno alle 15:00 ora italiana, la Faa ha annunciato di aver revocato la sospensione dei voli; l’agenzia inoltre ha affermato di essere al lavoro per ripristinare il sistema Notam, un programma che gestisce gli avvisi su restrizioni urgenti ai voli e segnala apparecchiature in avaria a tutti gli aerei.

La Casa Bianca tranquillizza

Subito dopo il guasto al sistema informatico della Federal Aviation Administration, la Casa Bianca è intervenuta sulla questione affermando il problema non è stato causato da un attacco hacker; successivamente il presidente Joe Biden ha dichiarato che attualmente gli aerei possono atterrare con tranquillità anche se impossibilitati a decollare: “Le cause non sono ancora note, ma in un paio di ore la Faa dovrebbe riuscire a spiegare le cause che hanno provocato il guasto”.

La situazione in Europa

A causa del blocco dei decolli per i voli in partenza dagli Stati Uniti, il portavoce di Areoports de Paris ha dichiarato che in Francia si prevedono ritardi nell’atterraggio degli aerei. “Siamo stati informati di un incidente tecnico. Al momento non ci sono state cancellazioni di voli, ma è lecito aspettarsi dei ritardi” afferma il portavoce. L’Italia invece non sembra essere stata colpita dal disagio, infatti il presidente di Enac Ente nazionale per l’aviazione civile, Pierluigi Di Palma, ha affermato che nel nostro paese non sono arrivate segnalazioni poiché i voli dall’America atterrano all’alba o comunque la mattina presto. “Ovviamente c’è allerta all’ufficio crisi e le informazioni sono in aggiornamento e, a quanto risulta, sono in corso interventi per risolvere il guasto informatico” ha dichiarato il presidente.

Ultime notizie