domenica, 29 Gennaio 2023

Turista israeliana accoltellata a Termini, riconosciuto per caso clochard polacco finisce in manette: aveva 2 coltelli e un cutter

Due Carabinieri furi servizio, marito e moglie, hanno riconosciuto per caso il clochard accusato di aver accoltellato la turista israeliana a Roma. Lo hanno fermato e arrestato. Il giovane non ha opposto resistenza e non ha fornito le generalità. In caserma hanno appurato si trattasse del giovane, presenta una personalità borderline.

Da non perdere

È stato riconosciuto fortuitamente e arrestato il giovane senzatetto sospettato di aver accoltellato una turista israeliana alla stazione Termini. Le immagini delle telecamere di sicurezza sono state incriminanti. Quando è stato fermato a Milano, il polacco Aleksander Mateusz Chomiak, aveva con sé due coltelli e un cutter, una specie di taglierino adibito a uso professionale.

Il riconoscimento

Era stato già fornito un identikit dell’indiziato grazie al filmato di videosorveglianza che aveva ripreso l’aggressione. Il clochard polacco è stato riconosciuto a Milano da due carabinieri in borghese, marito e moglie, mentre stavano tornando a casa a Brescia. Il marito, vicebrigadiere del radiomobile, alla visione del 25enne aveva avuto il sentore che fosse l’aggressore, accusato di tentato omicidio. Si era convinto a tal punto da avvisare gli agenti presenti in stazione per farsi aiutare prima che il giovane salisse sul treno per Brescia.

L’arresto

Il giovane è stato bloccato e non ha opposto resistenza, non ha detto alcuna parola anche perché non parla benissimo l’italiano. Al momento del fermo non aveva con sé i documenti e non ha ammesso la sua identità. Quest’ultima è stata accertata una volta in caserma grazie al sistema di riconoscimento facciale dell’Arma e dell’AFIS. È stato descritto come borderline, non presenta tatuaggi o elementi che possano far pensare a motivi razziali per l’aggressione.

Ultime notizie