martedì, 5 Marzo 2024

“Fammi entrare voglio vedere i miei figli”, cerca di sfondare la porta: perseguita la ex nonostante il divieto

Con il precedente ammonimento notificatogli e la nuova denuncia sporta dalla donna, l’uomo è stato arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione, ora si trova in carcere.

Da non perdere

Lo scorso 27 dicembre, gli agenti di Catania sono intervenuti in uno stabile di viale Moncada a seguito della richiesta di una donna, che aveva segnalato la presenza del proprio ex partner dietro la porta della propria abitazione.

La vicenda

Secondo quanto riferito dalla donna, l’uomo avrebbe bussato in modo insistente alla porta d’ingresso chiedendo di entrare per vedere i figli e avere del denaro. A quanto pare l’uomo in questione, già in passato denunciato dalla donna per maltrattamenti in famiglia, anche nei confronti dei figli minori, e divenuto destinatario di ammonimento da parte del Questore di Catania, all’arrivo degli agenti si sarebbe dato alla fuga. Una volta che i poliziotti hanno lasciato l’abitazione, l’uomo avrebbe fatto ritorno presso la casa dell’ex compagna e avrebbe ricominciato a bussare violentemente alla porta d’ingresso.

La donna, a quel punto, ha chiesto di nuovo l’intervento della Polizia. Questa volta, all’arrivo della pattuglia, l’uomo non sarebbe fuggito ma avrebbe continuato a minacciare l’ex, chiedendole il denaro e di vedere i figli. Infuriatosi per non avere ottenuto quanto desiderato, l’uomo avrebbe cominciato a prendere a pugni e a calci la porta d’ingresso prima di essere fermato dagli agenti. Con il precedente ammonimento notificatogli e la nuova denuncia sporta dalla donna, l’uomo è stato arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione, e condotto in carcere.

Ultime notizie