domenica, 16 Giugno 2024

Manovra, rivolta dell’opposizione slitta la fiducia: tutto rinviato a giovedì 29. La maggioranza: “Non è una tragedia”

Dopo la rivolta delle opposizioni che hanno occupato l'aula della Commissione bilancio, è arrivata la decisione di rinviare il voto di fiducia sulla manovra a giovedì 29 dicembre, proprio quando la presidente Giorgia Meloni terrà la sua prima conferenza di fine anno.

Da non perdere

Dopo la rivolta dei partiti di opposizione sulla manovra del governo Meloni, il voto slitta a domani 29 dicembre. Un giorno in più non è una tragedia, è quanto trapela dalla maggioranza ricordando che le ultime manovre sono state chiuse addirittura il 30 dicembre. Motivo della rivolta i tempi troppo stretti per esaminare le varie norme. E così dopo aver occupato la commissione, protestato sulla stampa e sui social e fatto appello al presidente del Senato Ignazio La Russa, l’opposizione è riuscita ad ottenere più tempo per l’esame della legge di bilancio.

Cronaca della giornata

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Luca Ciriani, martedì 27 dicembre parlando della manovra aveva esordito che entro mercoledì 28 “l’Italia avrà una nuova legge di bilancio”; ma così non è stato. Far slittare il voto a giovedì 29, proprio quando la premier Giorgia Meloni sarà impegnata nella sua prima conferenza di fine anno, è stato l’obiettivo dichiarato dalle opposizioni. La giornata di martedì 27 è stata segnata da vari contrattempi: la relazione del Mef, Ministero dell’Economia e delle Finanze, che tardava ad arrivare in Senato, la rivolta delle opposizioni che hanno occupato l’aula della Commissione bilancio, la sospensione dei lavori in attesa della conferenza dei capigruppo chiesta dalle opposizioni. Tutto rinviato. Oggi mercoledì 28 dicembre, sarà dedicata al dibattito mentre il voto di fiducia è atteso per domani 29 dicembre intorno all’ora di pranzo; un rinvio che nel merito non cambia nulla, visto i tempi strettissimi per l’approvazione entro il 31 dicembre ed evitare l’esercizio provvisorio.

Ultime notizie