mercoledì, 7 Dicembre 2022

Paolo Banchero giocherà per l’Italbasket: “La maglia azzurra mi affascina”

Paolo Banchero vestirà la maglia azzurra forse già dai Mondiali 2023 di Giappone Indonesia e Filippine. Lo ha lasciato intendere in un'intervista rilasciata al sito FIBA.

Da non perdere

È finalmente arrivata la notizia che tutti noi appassionati di basket aspettavamo, Paolo Banchero vestirà la maglia azzurra, forse a partire dalle partite di preparazione dei Mondiali 2023. Il talento degli Orlando Magic ha iniziato alla grande la stagione da rookie in NBA, e ha rilasciato un’intervista al sito ufficiale FIBA in cui parla apertamente da azzurro: “Darò tutto quello che ho per aiutare la Nazionale come meglio posso“. Coach Pozzecco potrà quindi risparmiare i soldi del viaggio che aveva in programma sotto Natale negli States, proprio per parlare con Banchero e cercare, a detta sua, di convincerlo a giocare i Mondiali con la nostra squadra.

Banchero ha inoltre dichiarato: “Sono eccitato all’idea di giocare in area FIBA prima o poi. Siamo una squadra forte e il futuro è roseo. Con gli Azzurri sarò un giocatore diverso”. Certo è che dopo questa notizia le quotazioni degli azzurri per i Mondiali di Giappone, Indonesia e Filippine crescerebbero a dismisura, dato che con Gallinari al top la squadra è di assoluto livello, con un giusto mix di esperienza e freschezza. Non è però sicuro al 100% che il 21enne sia della partita già da questo campionato mondiale, questo però è il suo auspicio.

Tornando alle parole di Paolo Banchero: “L’Italia ha giocato delle ottime partite e ho adorato il modo in cui hanno giocato contro la Serbia, mostrando una difesa incredibile e grande movimento in attacco. Il modo in cui gioca la squadra è fantastico, davvero impressionante da vedere. La passione e l’unità che hanno è fantastica, così come quella dell’allenatore e dello staff. Battere una squadra come la Serbia mostra di cosa è capace l’Italia: abbiamo una buonissima squadra e il futuro è roseo, questo è sicuro”.

Sul collettivo ha aggiunto: “La squadra viene prima di tutto: l’unità e il collettivo sono la cosa più importante nel basket. Giochiamo uno sport di squadra e la cosa più importante è il gruppo, non l’individuo. Per vincere bisogna avere i migliori giocatori e giocare assieme. Mi impegnerò per essere il miglior compagno, esempio e giocatore possibile per aiutare l’Italia. Sono eccitato all’idea di poter dare il mio contributo alla squadra prima o poi e raggiungere grandi risultati“.

Ultime notizie