mercoledì, 7 Dicembre 2022

Roma, riparte la Biennale MarteLive dal 15 al 23 ottobre

Dal 15 al 23 ottobre riparte la Biennale MarteLive, il festival multidisciplinare più grande d'Europa dove oltre 1500 artisti provenienti da tutto il mondo si esibiranno per nove giorni in oltre 100 location a Roma e tutta la regione Lazio.

Da non perdere

Dal 15 al 23 ottobre riparte la Biennale MarteLive, il festival multidisciplinare più grande d’Europa dove oltre 1500 artisti provenienti da tutto il mondo si esibiranno per nove giorni in oltre 100 location a Roma e in tutta la regione Lazio tra teatri, gallerie, liveclub, parchi, ville. Vari gli interventi ed espressioni artistiche che andranno dal teatro alla musica, dalla digital art alla scultura, dalla moda alla street art.

Non solo musica quindi, umerosi artisti coinvolti: Ascanio Celestini, Edda, Jorit, Studio Murena, Post Nebbia, Sick Tamburo, Antonio Rezza, Cor Veleno + Tre Allegri Ragazzi Morti, The Afghan Whigs, Viola Graziosi, Etnik, Spellbound Contemporary Ballet, Aleksandros Memetaj, Salvo Lombardo, Francesco Taskayali, Lambert, Moby Dick, Niklas Paschburg, Giorgio Poi, Gold Mass, Koko, Parra for Cuva, Lorenzo Kruger.

Sono già partiti 13 progetti speciali/festival a livello regionale, nati dalla collaborazione tra numerosi enti e associazioni del Lazio. Questi eventi incarnano l’espressione della multidisciplinarietà di MarteLive e sono inseriti all’interno dell’ampio cartellone della Biennale 2022, e dureranno fino al 23 ottobre.

Dal 18 al 20 ottobre, invece il festival entra nel vivo con: MarteLive Lo Spettacolo Totale, evento centrale di tutta la Biennale, format storico del festival sin dal 2001. Questo evento esprime a pieno l’universo MarteLive con diversi artisti che si esibiscono simultaneamente in varie discipline e nella stessa location, fondendosi fino a creare un evento unico. La location quest’anno, diversamente dagli anni scorsi, sarà il Qube di Roma.

Per l’occasione, sono stati coinvolti ospiti speciali – come i Management, Sick Tamburo, Post Nebbia, Bobo Rondelli, Studio Murena, Calzeeni, Antonio Rezza e oltre 450 artisti nazionali e internazionali. I tre piani del Qube daranno dunque vita a uno spettacolo irripetibile, nel quale si alterneranno e intrecceranno diverse discipline e interventi come musica live, Dj Producer, Teatro, Danza, Circo Contemporaneo, Letteratura, Pittura, Fotografia, Illustrazione Digitale, Street Art, Scultura, Artigianato, Moda, Video Arte, Cortometraggi, e Videoclip vibreranno all’unisono, trasformando lo stesso evento in un opera d’arte unica nel suo genere.

Protagonista anche la Streetart con due progetti speciali: Streetart For Rigts e Disegna le tue idee:L’Arte non ha sbarre. Il primo ha il compito di raccontare e diffondere la sostenibilità attraverso la streetart, manifestando quindi l’idea di un’arte che nasce nel paesaggio urbano e ad esso appartiene. Il famoso street artist Jorit rappresenterà, invece, il secondo progetto attraverso la realizzazione di un’opera su un muro del quartiere Quarticciolo; Nello stesso tempo, dentro la Casa Circondariale di Rebibbia, gli artisti Moby Dick e Barbara Oizmud realizzeranno altre due opere in collaborazione con le ragazze della Casa Circondariale, a sottolineare come nessuna sbarra possa mai fermare la forza di una creazione artistica.

La Biennale MArteLive è un progetto ideato e curato da Giuseppe Casa, in collaborazione con i vari responsabili di progetto e le diverse organizzazioni esterne.

Ultime notizie