mercoledì, 5 Ottobre 2022

Palermo, fatture false per 2 milioni di euro: tre arresti e quattro società sequestrate

Questa mattina, a Palermo, la Guardia di Finanza ha eseguito tre ordinanze di misura cautelare nei confronti di altrettante persone accusate di frode fiscale. Poste sotto sequestro quattro società riconducibili agli indagati.

Da non perdere

Questa mattina, martedì 20 settembre, i finanzieri di Palermo hanno eseguito tre ordinanze di misura cautelare nei confronti di altrettante persone sospettate di reato di associazione a delinquere e frode fiscale. L’arresto è giunto alla fine di un’operazione condotta dalle Fiamme Gialle e denominata “Fiscal Service“. L’ordinanza è stata emessa dal Gip del Tribunale di Palermo che ha disposto con lo stesso provvedimento il sequestro di 160mila euro e quattro società riconducibili agli indagati. Inoltre, sono coinvolte anche altre nove persone tra cui tre dipendenti pubblici e tre percettori del reddito di cittadinanza, questi ultimi per aver richiesto fatture false in modo da non perdere il beneficio assistenziale. Per gli investigatori ammonterebbero a oltre 2 milioni di euro le fatture inesistenti emesse dalle società tra il 2019 e il 2021. Il presunto circuito dei malviventi è stato ricostruito attraverso flussi finanziari anomali. Agli indagati sarebbe spettato il 10% dell’importo fatture. Uno di questi è indagato anche per reato di truffa: avrebbe occultato redditi personali e percepito indebitamente un assegno sociale dall’Inps pari a 3.300 euro.

Ultime notizie