giovedì, 29 Settembre 2022

Europei nuoto 2022, Roma si prepara al grande evento. Barelli: “Abbiamo una Nazionale di altissimo livello”

Dall'11 al 21 agosto Roma ospiterà gli Europei delle discipline acquatiche, a 39 anni di distanza dall'ultima volta. A presentare l'evento è stato il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli insieme ai direttori tecnici delle squadre Nazionali, l'ambassador Massimiliano Rosolino e Federica Pellegrini, in veste di madrina.

Da non perdere

L’attesa sta per finire. Dall’11 al 21 agosto, a 39 anni di distanza, l’Italia, e nello specifico Roma, torna ad ospitare i Campionati Europei delle discipline acquatiche, giunti alla 36esima edizione. Saranno cinque le discipline protagoniste tra cui il nuoto in piscina, nuoto in acque libere, nuoto artistico, tuffi e tuffi dalle grandi altezze. A presentare l’evento è stato il presidente della Federazione Italiana Nuoto, Paolo Barelli, insieme ai direttori tecnici delle squadre Nazionali, l’ambassador Massimiliano Rosolino e Federica Pellegrini, in veste di madrina.

“Siamo a 39 anni dall’ultimo europeo ma in quest’arco di tempo lo Stadio del Nuoto ha ospitato grandi eventi. Abbiamo 102 atleti convocati e tutti possono dare grosse soddisfazioni. Iniziamo giovedì con il sincro e il nuoto in uno scenario meraviglioso, unico. Siamo qui con una nazionale di altissimo livello e in cui sono presenti nove medagliati olimpici, dieci campioni del mondo e undici europei. Questi risultati arrivano grazie ai sacrifici delle società che sono aumentati in questi ultimi due anni”, ha dichiarato il presidente Barelli.

A queste si sono aggiunte anche le parole del direttore tecnico della Nazionale di nuoto, Cesare Butini: “Questo campionato europeo rappresenta una grande occasione per la città di Roma. Sarà utile ovviamente per verificare a che punto è il percorso, che ci porterà a Parigi 2024, che la nostra squadra ha intrapreso. Presentiamo una squadra allargata e giovane per guardare già al futuro. Sono sicuro che anche le altre discipline, come successo ai Mondiali di Budapest, sapranno dare grandi soddisfazioni”.

“È l’occasione migliore per celebrare l’escalation del nuoto italiano e di tutte le altre discipline. Questo è l’evento più grande nel 2022 in Italia e mi auguro sia uno stimolo per gli azzurri nel tirare fuori ancora il meglio, nonostante una stagione lunga e piena d’impegni”, hanno spiegato infine Massimiliano Rosolino, Filippo Magnini e Tania Cagnotto, ambassador dell’evento.

Ultime notizie