martedì, 16 Agosto 2022

Lotta al contrabbando, in macchina con 5 tonnellate di sigarette per 1,5 milioni di euro: 6 arresti

Sei persone sono state arrestate per aver nascosto in un automezzo 5,5 tonnellate di sigarette contraffatte, che non avevano il contrassegno di Stato, quasi pronte per la vendita al mercato nero campano. Oltre il prezioso carico, sono stati sequestrati anche un autocarro, due furgoni e un'autovettura.

Da non perdere

A pochi giorni dal maxi-sequestro di sigarette di contrabbando a Napoli, altre sei persone sono state arrestate a seguito di una operazione del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Caserta. Sono state sequestrate oltre 5 tonnellate di sigarette che sarebbero dovute finire sul mercato clandestino campano, per un valore di circa 1,5 milioni di euro. L’attività investigativa e l’analisi dei dati raccolti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta hanno portato al fermo di sei persone, tra cui due cittadini croati e uno bosniaco, che avevano occultato su un automezzo 5,5 tonnellate di sigarette distribuite in 540 casse e riportanti il marchio “Regina” e “Winston”, ma non il contrassegno di Stato.

I soggetti dovevano essere intermediari in una attività di compravendita di tabacchi lavorati esteri, che si sarebbe dovuta perfezionare nei prossimi giorni. Sottoposti ad arresto in flagranza di reato, sono stati rinviati a giudizio per direttissima davanti al Tribunale di Nola. Due degli arrestati, vista i pregressi nello stesso ambito, sono stati condannati a 3 anni e 4 mesi di reclusione e a una multa di 30 milioni di euro, oltre che al divieto di accesso agli uffici pubblici per 5 anni.

Ultime notizie