venerdì, 19 Agosto 2022

Bolzano, “operazione bomba” il 17 luglio: tutte le info sul disinnesco dell’ordigno

Domenica 17 luglio dalle ore 06:30 saranno evacuate oltre 4mila persone residenti nella zona rossa in centro a Bolzano. Saranno ospitate presso la Sala Europa in via del Ronco in cui si potrà accedere solo con Ffp2. I positivi al Covid e le persone in quarantena dovranno recarsi presso la Fiera di Bolzano

Da non perdere

È tutto pronto per le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico da 500 libre risalente alla seconda guerra mondiale, di fabbricazione americana, rinvenuto ad inizio mese durante i lavori nel maxi-cantiere Waltherpark in centro a Bolzano. I Bolzanini ormai sono abituati a questo tipo di eventi, infatti si tratta del terzo ritrovamento nel giro di circa due anni. Ma questa volta a rendere tutto più complicato è il gran caldo che attanaglia la città. Nei lavori, infatti, saranno coinvolte 300 persone e 90 mezzi.

Lo Sgombero

Le operazioni di evacuazione degli abitanti della “zona rossa” inizieranno domenica 17 luglio alle ore 06:30 e ad essere costrette a lasciare le proprie abitazioni saranno 4.383 persone che si trovano nel raggio di 468 metri dal luogo in cui è stata ritrovata la bomba. Il Comune di Bolzano, attraverso l’emanazione di una specifica ordinanza, raccomanda di rispettare gli orari per evitare inutili ritardi. È previsto anche il distacco dell’energia elettrica dalle ore 9 fino a fine operazioni in un’area di 250 metri dal luogo di ritrovamento. Per informazioni dettagliate su questo aspetto  Edyna, il gestore locale del servizio, mette a disposizione il Numero Verde 800 550 552. Saranno affissi da parte dei Vigili del Fuoco Volontari di Bolzano gli avvisi di evacuazione sui 1.128 numeri civici interessati.

Le strade interessate

L’ordinanza di sgombero riguarda gli stabili di via Alto Adige, Largo Kolping, via Argentieri, via Dante, via Bottai, via dei Cappuccini, via Carducci, Largo Giovanni Palatucci, via dei Conciapelli, via Francesco Crispi, Passaggio don Giorgio Cristofolini, passaggio Duomo, piazza Domenicani, piazza Duomo, piazza delle Erbe, Vicolo delle Erbe, via Giuseppe Garibaldi, via Johann Wolfgang von Goethe, piazza del Grano, via dei Grappoli, Galleria Grifone, vicolo Gummer, via Hermann von Gilm, via dell’Isarco, via Laurin. L’elenco delle vie della zona Rossa prosegue con via Macello, piazza Silvius Magnago, via Guglielmo Marconi, via Josef Mayr Nusser, piazza della Mostra, via della Mostra, piazza Municipio, piazza della Parrocchia, vicolo della Parrocchia, via Julius Perathoner, vicolo della Pesa, Pié di Virgolo, via dei Portici, via della Posta, via Raiffeisen, via della Rena, via Renon, via Sciliar, galleria Raffaello Senesi, via Raffaello Sernesi, piazza della Stazione, viale della Stazione, galleria Stella, via dottor Josef Streiter, via Trento, piazza Università, piazza Giuseppe Verdi, via Leonardo da Vinci, via Piave, passaggio Walther, piazza Walther, via Wolkenstein, via Wendelstein.

L’indicazione di tutti i numeri civici interessati è riportata dall’ordinanza completa del Sindaco Renzo Caramaschi, pubblicata sull’Albo pretorio del Comune o sul sito www.comune.bolzano.it. L’amministrazione comunale mette anche a disposizione una Webapp che consente, in tempo reale, di verificare in tempo reale se la propria abitazione rientra o meno nella Zona Rossa.

La Sirena

Alle 09:30 inizieranno i lavori di disinnesco da parte dei militari del 2° Reggimento Genio Guastatori di Trento. Sarà il suono della sirena della Protezione civile a dare il via alle operazioni che durerà un minuto con un suono crescente e decrescente senza pause. Contestualmente sarà diffuso un messaggio sulle stazioni radio. La fine dei lavori dovrebbe essere annunciata un’ora dopo con l’attivazione del segnale per la prova settimanale della sirena, ovvero con un suono continuo della durata di 15 secondi. Una volta bonificata l’area, l’ordigno sarà trasportato in una cava nel comune di Varna e fatto brillare sul posto.

La viabilità

Sarà interrotta per l’occasione la circolazione dei treni e resterà chiusa la stazione ferroviaria. Sarà anche interdetta alla circolazione la strada statale 12 dalla galleria del Virgolo, lato via Claudia Augusta, e ponte Campiglio. Resteranno chiuse le piste ciclabili e le passeggiate in zona rossa. Si potrà circolare normalmente, invece,  al di fuori della zona rossa. Resterà aperta l’autostrada A22.

La Sasa

La Sasa mette a disposizione un’ultima corsa speciale in uscita dalla zona rossa con partenza alle 9.05 da piazza Stazione e quindi fermate in piazza Walther, piazza Domenicani, via Cassa di Risparmio e capolinea la Sala Europa di via del Ronco. Gli autobus delle linee 165, 170, 180, 181, 182, 184 e 350 si fermeranno quindi regolarmente alla stazione degli autobus. Fino a disinnesco completato sulle linee Sasa, che servono il centro storico e la stazione, i percorsi verranno accorciati. Dopo le ore 9 le linee 3, 5, 8, 10A, 10B, 14, 110, 120, 131, 132, 150, 156, 201 e 204 non raggiungeranno più i capolinea, ma si fermeranno alla fermata “via Longon” in corso Libertà (linee 131 e 201) o alle varie fermate di Piazza Vittoria (tutte le altre linee).

L’accoglienza degli evacuati e le persone positiva

Contrariamente a quanto era stato stabilito inizialmente non sarà il Palaresia la struttura che accoglierà gli evacuati ma la Sala Europa di via del Ronco, in quanto dotata di aria climatizzata. Al suo interno si potrà accedere solo con mascherina Ffp2. Le persone positive al Covid-19 o in quarantena fiduciaria residenti nella “zona rossa”, ad oggi 132 persone, potranno recarsi in un’apposita struttura allestita alla Fiera di Bolzano o autonomamente o prenotando un accompagnamento al numero unico 0471 444444 di Croce Rossa e Croce Bianca entro le ore 12 di oggi.

Le due case di riposo

Le stesse modalità di trasporto saranno garantite a persone inferme o deambulanti. I 52 ospiti della casa di riposo San Vincenzo di via Cappuccini, invece, saranno ospitati presso l’Hotel Sheraton, mentre i 75 ospiti residenti di Villa Armonia di viale Trento saranno suddivisi tra la Sala “Anna Frank” di via Mendola, Maso Premstaller ai Piani, la Fiera di Bolzano (covid positivi) e in altre strutture residenziali dell’Azienda Servizi Sociali di Bolzano in relazione al loro stato di salute.

La Protezione Civile ha messo a disposizione il numero verde 800 751 751 per qualsiasi informazione relativa al disinnesco dell’ordigno.

Ultime notizie