venerdì, 12 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, missili su Odessa. Raid russi a Kharkiv e Chasiv Yar: morti e feriti

Ancora due attacchi missilistici nella regione di Odessa. I russi continuano ad assaltare mentre a Kharkiv e a Chasiv Yar si contano i morti. Colpito anche un deposito di munizioni per lanciarazzi. Secondo il governatore del Donetsk, Mosca sta cercando di avanzare in tre direzioni.

Da non perdere

Continua a salire il bilancio dell’attacco missilistico su Kharkiv di questa mattina. Sono 6 le vittime e 31 i feriti, secondo quanto riportato dal governatore della regione, Oleg Sinegubov. Nella città un missile avrebbe colpito un condominio di sei piani e una donna di 86 anni, residente dell’appartamento al secondo piano, sarebbe stata salvata da sotto le macerie. Tra i feriti anche un bambino di quattro anni e un ragazzo di 16. Tra i morti, invece, un uomo e suo figlio di 17 anni, colpiti mentre erano in auto e stavano tornando a casa dopo aver ritirato documenti per l’ammissione all’università.

Raid russo a Chasiv Yar: 29 morti

Continua ad aumentare anche il bilancio delle vittime del raid russo che ieri ha colpito un palazzo a Chasiv Yar, nel Donbass: un edificio di cinque piani. I servizi di emergenza ucraini hanno riferito che le vittime sono salite a 29. Secondo quanto riportato, 24 corpi sono stati recuperati dalle macerie, altri 5 sono stati individuati. Sono invece 9 le persone tratte in salvo. Fra questi un uomo, che è stato estratto dalle macerie dopo 20 ore, ha raccontato che era in bagno e stava uscendo da lì quando i razzi hanno attaccato. La stufa è caduta nella vasca da bagno, creando uno spazio in cui si è rifugiato finché i soccorritori non l’hanno tirato fuori.

Continuano gli attacchi missilistici su Odessa: nessuna vittima

“Nella regione di Odessa il nemico ha eseguito due attacchi missilistici aerei e continua ad attaccare la costa, infrastrutture critiche e industrie della regione”, ha dichiarato il Comando operativo Sud.  Secondo quanto riportato nel comunicato ufficiale, sarebbero stati lanciati quattro razzi X31 da aerei Cy30. Un’abitazione privata è stata colpita, mentre l’onda d’urto ha danneggiato case adiacenti, auto e alberi. “Non ci sono vittime – si legge nel comunicato – inoltre è stata colpita l’infrastruttura portuale. Altri tre razzi X31 erano diretti sui campi agricoli, non sono scoppiati incendi, non ci sono vittime».

Un deposito di munizioni per lanciarazzi è stato distrutto dai russi

Le truppe russe hanno condotto anche un attacco missilistico contro un deposito di munizioni nella regione ucraina di Dnipropetrovsk. I missili Kalibr lanciati da Mosca hanno distrutto un deposito di munizioni per il sistema lanciarazzi multiplo Himars e obici M777. Lo ha riferito nel suo bollettino il ministero della Difesa russo. “Missili marittimi a lungo raggio ad alta precisione Kalibr vicino al villaggio di Radushnoye, nella regione di Dnepropetrovsk, hanno distrutto depositi di munizioni per i sistemi lanciarazzi multipli Himars, obici M777 e cannoni semoventi 2S7 Pion forniti dagli Stati Uniti all’Ucraina”, ha fatto sapere il ministero.

Attacco russo sulla linea del fronte, Mosca cerca di avanzare in tre direzioni

Secondo quanto riportato dallo Stato Maggiore ucraino, l’esercito di Kiev avrebbe respinto la ricognizione russa in direzione Sloviansk, ma “gli invasori continuano a lanciare attacchi missilistici su oggetti civili”. Sarebbero tre le direzioni in cui i russi ceracno di avanzare: Bakhmut, Lyman e Donetsk. “Attacchi sono in corso su tutta la linea del fronte. Il nemico durante la giornata di ieri ha utilizzato tutti i mezzi per avanzare nelle direzioni di Bakhmut e  Lyman ma non ha ottenuto successo. La stessa cosa nella direzione di Donetsk – Mariinka, Krasnohorivka, Avdiivka. Le forze armate dell’Ucraina mantengono le proprie posizioni e resistono all’avanzata  nemica”, ha detto il governatore del Donetsk Pavlo Kyrylenko alla tv ucraina.

Ultime notizie