sabato, 2 Luglio 2022

“L’Europa è uno stato mentale”: la prima festa della Protezione Civile valica i confini di Canale Monterano

Giornata densa di eventi organizzata dalla Protezione Civile di Canale Monterano. Conferenze di interesse umanitario e sociale, con ospiti provenienti da sette nazioni europee, e iniziative come il "Microchip day", che hanno riscosso un enorme successo, sono state il fulcro di questo evento, richiamando l'attenzione di tutta la provincia di Roma.

Da non perdere

L’hanno chiamata “Prima festa canalese della Protezione Civile” e di questo si è trattato: una vera e propria festa ricca di eventi e iniziative che non si sono limitate alla piccola realtà provinciale, ma hanno sconfinato sul territorio europeo con la presenza di ospiti internazionali. “Ospitare le delegazioni di ben sette nazioni è per il nostro Comune motivo di grande orgoglio e prestigio. Con i tempi che stiamo vivendo, creare una coesione con il resto d’Europa è necessario”. Quelle del sindaco di Canale Monterano sono parole cariche di legittima soddisfazione.

Come da programma, la giornata è iniziata alle 9.30 con il mercatino allestito per la via principale, pronto ad accogliere i partecipanti e gli ospiti, mentre dalle 10 sono iniziate le attività “intellettuali”. L’ouverture è stata condotta dalla conferenza tenutasi nella sala comunale sulla tematica “EUism: Europe is a state of mind – l’Europa è uno stato mentale”. Il sindaco, Alessandro Bettarelli, e il suo omologo maltese di Qala, Paul Buttigieg, Paese con cui è in corso un gemellaggio, sono stati padroni di casa ineccepibili. Ospiti dell’evento le delegazioni provenienti da Cipro, Repubblica Ceca, Montenegro, Ungheria, Croazia e Portogallo, invitate per affrontare il complicato argomento “Euroscetticismo e pensiero critico. Muoversi dall’Euroscetticismo all’Eurottimismo”. Una conferenza di notevole spessore, a cui ha preso parte in collegamento video una delegata del Regno Unito per parlare delle conseguenze della Brexit. È innegabile che la guerra in Ucraina abbia portato a un incremento di richieste di adesione all’Ue e come affermato dal sindaco Bettarelli: “La migliore arma contro un futuro fatto di divisioni e guerre è conoscere i nostri concittadini europei. Le persone in Europa vogliono solo pace e prosperità. Sta ai governi trovare soluzioni così che ogni popolo possa sentirsi protetto e rappresentato sotto l’unica bandiera dell’Ue. Spetta a noi farlo succedere”.

Mentre il convegno assorbiva un folto pubblico interessato, per le vie del borgo si è esibita la banda musicale locale accompagnata dal gruppo di majorette, che hanno attirato gli occhi di tutti i presenti. In concomitanza con la parata, nella biblioteca ha avuto inizio la conferenza “Il piano di emergenza di Protezione Civile come patto sociale”, tenuta dal dott. Sergio Achille, presidente dell’Assodima, con il supporto del dott. Giancarlo Manfredi e del dott. Fabio Chiaravalli, mentre nella sala adiacente ha avuto luogo l’importante iniziativa del “Microchip day”, organizzata dall’Associazione Animalista Franca Valeri, che ha richiamato l’attenzione di un gran numero di abitanti con i propri amici a quattro zampe, portando ad allungare l’orario di chiusura dalle 12 alle 15 e decretando così un enorme successo.

Ultime notizie