venerdì, 1 Luglio 2022

Nations League, sarà ancora Germania-Italia: dai dolci ricordi del passato agli esperimenti di Mancini

Al Borussia Park va in scena Germania-Italia, gara valevole per la quarta giornata del girone di Nations League. Una partita che fa affiorare dolci ricordi nella mente degli italiani ma che rappresenta un test importante per la Nazionale 2.0 di Mancini, alle prese con un profondo rinnovamento.

Da non perdere

Questa sera al Borussia Park di Monchengladbach andrà in scena l’ultima partita della stagione che metterà di fronte Germania e Italia nel match valido per la quarta giornata del girone di Nations League.

Le sfide tra le due nazionali evocano sempre dolci ricordi in noi italiani ma in questo momento storico la situazione è profondamente diversa. Infatti gli azzurri, campioni d’Europa in carica ma esclusi per la seconda volta consecutiva dai Mondiali, vivono un momento di transizione e per questo Mancini è alle prese con un rinnovamento generazionale quanto mai necessario.

E allora la Nations League si è trasformata in un vero e proprio laboratorio in cui sperimentare nuove soluzioni e testare nuovi giocatori ai quali affidarsi per garantire un futuro roseo alla Nazionale. E i risultati per il momento sorprendono: l’Italia è prima nel girone con 5 punti ma soprattutto è imbattuta grazie ai due pareggi ottenuti proprio contro la Germania e l’Inghilterra e la vittoria sull’Ungheria. Diversa è la situazione della selezione tedesca che ha ottenuto tre pareggi consecutivi ed è a caccia della prima vittoria nella competizione per raggiungere la vetta del girone.

Nella gara d’andata, disputata a Bologna, per la Nazionale 2.0 di Mancini fu il primo test contro una grande squadra terminato con il risultato di 1 a 1: ad aprire le danze furono gli azzurri con il tap-in di Pellegrini su assist dell’esordiente Gnonto. La gioia però durò pochi minuti perché Kimmich ristabilì l’equilibrio sfruttando un momento di confusione nella retroguardia italiana.

Sono 36 i precedenti tra le due Nazionali che vedono in vantaggio gli azzurri: infatti sono 15 i successi dell’Italia contro i 9 tedeschi; 12 invece le volte in cui Germania e Italia si sono divise la posta in palio. Tra i precedenti ce ne sono alcuni rimasti scolpiti nella memoria degli italiani: come dimenticare “la partita del secolo”, l’appellativo dato alla semifinale del Mondiale 1970 che vide gli azzurri trionfare per 4 a 3; e ancora la semifinale del Mondiale 2006, disputato proprio in Germania, quando la Nazionale guidata da Marcello Lippi eliminò i tedeschi vincendo 2 a 0 grazie alle reti di Grosso e Del Piero.

Dopo il pareggio a reti bianche ottenuto contro l’Inghilterra, Mancini dovrebbe cambiare ancora gli interpreti della sua formazione. Il modulo dovrebbe essere ancora il 4-3-3 con Calabria, Mancini, Bastoni e Spinazzola a comporre la linea difensiva che si sistemerà davanti alla porta di Donnarumma; Frattesi, Barella e Cristante si sistemeranno a centrocampo mentre l’attacco sarà guidato dal tridente leggero Politano-Gnonto-Raspadori.

Ultime notizie