domenica, 22 Maggio 2022

Brescia, 11enne ruba 1500 euro dal bar di famiglia e viene scoperto: i soldi erano per pagare i bulli

Un ragazzino di 11 anni è stato costretto a rubare in due mesi un totale di 1500 euro dal bar di famiglia per pagare i bulli che lo tormentavano e picchiavano. La preside dell'istituto ha declinato ogni responsabilità su quanto accade al di fuori della scuola e la madre del ragazzino ha sporto denuncia alla Polizia di Stato

Da non perdere

Un nuovo caso di bullismo si apre a Brescia, dove un ragazzino di 11 anni tormentato dai bulli ha rubato 1500 euro dalla cassa del bar di famiglia per interrompere le aggressioni. Da giorni i genitori gli chiedevano conto della somma di denaro sparita dalla cassa poco alla volta nel giro di due mesi, ma il ragazzo non ha mai ammesso nulla fino a quando il segreto non è diventato troppo grande da tenere nascosto. “Quei soldi li ho dati ai ragazzi che fuori da scuola mi minacciavano. Mi aspettavano all’interno di un tunnel che attraverso a piedi per andare a scuola” ha confessato il giovane ad un amico di famiglia. “Per settimane mi avevano preso di mira, mi hanno aspettato e volevano sempre più denaro. Li ho accontentati fino a quando sono spariti”.

I genitori avevano capito che dietro la sparizione dei soldi dalla cassa del bar, con una media di 30/40 euro per volta, ci fosse la mano del figlio, ma non avrebbero mai immaginato che fosse a causa dei bulli, anche se la madre aveva notato dei lividi su gambe e braccia del ragazzo lasciandosi però convincere dalla classica giustificazione “mi sono fatto male da solo” quando in realtà è stato picchiato. Ora che la verità è venuta a galla, la madre del ragazzino di 11 anni ha prima parlato con la preside dell’istituto, che ha declinato ogni responsabilità su quanto accade fuori dalla scuola, e successivamente ha sporto denuncia alla Polizia di Stato. Dalle ulteriori informazioni raccontate dal ragazzo, si comprende che quelle persone non frequentavano la sua scuola e che sono più grandi di lui, ma che da quando gli ha dato la somma richiesta non li ha più incontrati sulla strada per andare a scuola.

Ultime notizie