domenica, 29 Maggio 2022

Picchiata a scuola dal branco, 13enne in ospedale col naso rotto: la mamma va dai Carabinieri

La vittima è una ragazzina di 13 anni che è stata aggredita durante l'ora di educazione fisica nella palestra della scuola rompendole il naso.

Da non perdere

Ancora episodi di bullismo, questa volta in una scuola media di Anzio. La vittima è una ragazzina di 13 anni che sarebbe stata aggredita durante l’ora di educazione fisica nella palestra della scuola media “Falcone”. Alcuni dei suoi compagni di classe, tra ragazzi e ragazze, dopo averla circondata le avrebbero sferrato calci e pugni in pieno volto. Gli aggressori sarebbero poi scappati. L’insegnante, che al momento dell’accaduto non era presente si sarebbe accorta solo al suo rientro della violenza ai danni della ragazza. La madre si è rivolta ai Carabinieri, la 13enne è stata curata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Anzio, dove le è stata diagnosticata una frattura del setto nasale e diverse ecchimosi.

Secondo quanto avrebbe raccontato la ragazza, l’episodio non sarebbe isolato ma l’ultimo di una serie di atti di bullismo ai suoi danni dall’inizio dell’anno scolastico, non si esclude la matrice razzista alla base di questo gesto in quanto più volte le sono state rivolte offese come “argentina di m…”, la famiglia, difatti, sarebbe rientrata in Italia di recente dopo aver vissuto per un periodo in Sudamerica. I carabinieri stanno vagliando anche eventuali responsabilità a carico dell’istituto in effetti al momento dell’aggressione sembra che l’insegnante non si trovasse all’interno della palestra. L’episodio sarebbe continuato in ospedale, dove si sarebbero recati anche gli aggressori per farsi refertare, quando la ragazza in attesa del proprio turno in accettazione sarebbe stata ripresa in un video poi postato sui social. I genitori hanno denunciato l’accaduto.

Il bullismo è un fenomeno in crescita nelle scuole. È stato riscontrato che il numero di bambini vittime di bullismo è aumentato esponenzialmente nell’ultimo decennio. Sono stati diversi gli episodi in cui dei ragazzini picchiano i compagni di classe come il caso di 6 ragazzi di 16 anni che dopo l’aggressione postano il video su Telegram, e ancora una 12enne ricattata dai compagni di scuola per denaro, anche un bambino 6 anni è stato bullizzato dai compagni che lo hanno spinto sull’orlo del suicidio. Il bullismo è un’emergenza sociale che ben presto potrebbe trasformarsi in emergenza sanitaria.

Ultime notizie