mercoledì, 18 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Mariupol assediata. Kiev: “Uccisi 9mila soldati russi”. Italia cede quote di scorte petrolifere – VIDEO

Mentre Kiev continua ad assistere ad una pioggia di missili, Mariupol viene assediata dai separatisti di Donetsk. Se il rublo cade ancora, il grano accompagnato da benzina e gas arriva a prezzi stellari. Intanto l'Italia cede alcune quote di scorte petrolifere.

Da non perdere

Con l’entrata del conflitto nella seconda settimana, Kherson diventa il più grande centro urbano a cadere nelle mani dei russi. Sono più di un milione i residenti in Ucraina che fino ad ora sono fuggiti da un Paese su cui piovono, ormai da 8 giorni, bombe e missili.

Mappa conflitto Russia-Ucraina, giorno 8 (fonte: Al Jazeera)

Ucraina, Mariupol minacciata dai separatisti filorussi

Eduard Basurin, un comandante separatista filo-russo a Donetsk, sta minacciando di lanciare attacchi mirati sulla città portuale di Mariupol a meno che le forze ucraine non si arrendano. Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Interfax, la Russia e i separatisti affermano di aver circondato la città di 430mila abitanti situata sulla costa del Mar d’Azov.

Ucraina, proseguono le esplosioni a Kiev

Diverse grandi esplosioni sono state udite a Kiev nelle prime ore di questa mattina, con filmati condivisi sui social media che mostrano il cielo notturno illuminato dalle esplosioni. Non è chiaro quali fossero gli obiettivi o se qualcuno sia rimasto ferito in mezzo agli incidenti. Sono arrivati ​​dopo una precedente esplosione vicino alla stazione ferroviaria centrale di Kiev, che secondo un funzionario ucraino è stata causata dalla caduta di un missile russo abbattuto dalle difese aeree del paese. Il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko ha detto che non ci sono state vittime a seguito di quell’incidente.

Bielorussia, soldati russi feriti assistiti a Gomel

I soldati russi, secondo un report di Associated Press, che sono rimasti feriti nei combattimenti intorno a Kiev vengono poi traghettati in un ospedale bielorusso vicino al confine con l’Ucraina. L’agenzia ha anche detto che una serie di sette ambulanze militari russe delle dimensioni di un autobus – i loro finestrini bloccati da tende grigie – si sono fermate all’ingresso posteriore dell’ospedale nella regione di Gomel in Bielorussia martedì sera. Intanto i civili ucraini non stanno a guardare: ieri, 2 marzo, hanno bloccato l’avanzamento degli invasori russi a Energodar. Intanto i media ucraini parlano di 9miola soldati russi uccisi, notizia in attesa di una difficile conferma da fonti ufficiali.

Mar Nero, marinaio bengalese morto in un attacco

Un marinaio del Bangladesh è stato ucciso a causa di un bombardamento che ha colpito la sua nave nel porto di Olvia, sul Mar Nero, secondo quanto ha denunciato la compagnia di navigazione statale del Bangladesh. La Banglar Samriddhi, una nave portarinfuse, è arrivata in Ucraina un giorno prima dell’invasione russa e da allora non è più riuscita a partire. I restanti 28 membri dell’equipaggio della nave – tutti bengalesi – rimangono al sicuro, ha detto un funzionario della Bangladesh Shipping Corporation all’agenzia di stampa AFP.

Russia, chiude l’Eco di Mosca

L’Eco di Mosca, una delle poche testate giornalistiche indipendenti rimaste in Russia, è stata sciolta dal suo consiglio di amministrazione. La mossa è arrivata poco dopo che l’ufficio del procuratore generale ha chiesto che l’accesso alla stazione radio fosse limitato a causa della copertura dell’invasione russa in Ucraina.

Mercati: prezzo di gas, grano e benzina continua ad alzarsi

Il prezzo del gas continua ad essere estremamente volatile. Ad Amsterdam, mercato europeo di riferimento, il gas naturale si muove attorno ai 180 euro al Megawattora, in aumento dell’8% rispetto alla chiusura del giorno prima. Ieri, però, sono stati sfiorati i 200 euro al Mwh. Si alzano anche i prezzi della benzina: quanto al servito, per la benzina il prezzo medio è a 2,024 euro/litro. La media del diesel servito aumenta a 1,904 euro/litro. Anche i prezzi del Gpl crescono e vanno a 0,857 euro/litro, mentre il prezzo medio del metano  risulta ancora in saliscendi tra 1,753 e 1,885 euro/litro. Sulla Borsa merci di Chicago, mercato riferimento mondiale, i futures sul frumento, del quale l’Ucraina è uno dei maggiori esportatori mondiali, correggono ancora il record storico e crescono del 7%. Vola anche il mais, in aumento del 3%, quotazione ai massimi dal 2013.

Il rublo prosegue la sua discesa verticale

Il rublo, rispetto all’apertura di ieri, prosegue la sua discesa. Nei mercati valutari internazionali, la moneta russa ha toccato un minimo a 117 rispetto al dollaro. Cala dello 0,2% anche l’euro sul dollaro a 1,11.

Italia, cedute quote di scorte petrolifere

L’Italia, su proposta dell’Agenzia Internazionale dell’energia (Iea), ha ceduto una quota delle proprie scorte petrolifere. Roberto Cingolani, ministro della transizione ecologica, ha dato il via libera all’adesione dell’Italia alla proposta, con un contributo di 2,041 milioni di barili con l’obiettivo di ridurre il picco di prezzi a cui stiamo assistendo. La decisione è arrivata a conclusione della riunione straordinaria della Iea di cui l’Italia fa parte insieme ad altri 30 paesi. Circa 60 milioni di barili saranno destinati all’Ucraina come aiuto per ovviare alla crisi energetica.

Ultime notizie