venerdì, 20 Maggio 2022

Allarme suicidi nell’Arma, Nuovo Sindacato Carabinieri: “Strage silenziosa non deve essere taciuta”

Carabinieri morti a distanza di poche ore. Per Massimiliano Zetti, Segretario generale del Nuovo Sindacato Carabinieri, questa situazione non può passare inosservata, ma richiede un occhio vigile anche da parte del Comando Generale.

Da non perdere

Non facciamo in tempo a piangere il collega che stamane si è tolto la vita a Ravenna, che ci giunge notizia di un altro militare in forza presso la stazione dei Carabinieri Forestali di Noci, che si è tolto la vita. I suicidi tra gli uomini in divisa stanno assumendo i contorni di una strage silenziosa che non può né deve più essere taciuta“. Queste le parole di Massimiliano Zetti, Segretario generale del Nuovo Sindacato Carabinieri.

Per Zetti, questa situazione non può passare inosservata, ma richiede un occhio vigile anche da parte del Comando Generale. Episodi, questi, che puntano a una mirata attività di sensibilizzazione, affinché i militari in difficoltà possano in qualche modo essere aiutati, senza minare la personale carriera professionale. E aggiunge: “Sono diverse le circostanze che portano i colleghi a compiere gesti anticonservativi e molte di queste, non possiamo nascondere che maturano nell’ambiente di lavoro”. Il tema dei sucidi tra i militari dell’Arma è purtroppo sempre più di attualità, troppi episodi in apparenza isolati riempiono sempre spesso le pagine di cronaca. L’auspicio è che non diventi un’emergenza, ammesso che non lo sia già.

Ultime notizie