martedì, 25 Gennaio 2022

Covid, Europa in rosso. Ecdc: “Entro sei mesi oltre la metà dei casi Covid sarà Omicron”

L'ultima mappa dell'Ecdc mostra un'Europa quasi tutta rossa e secondo le previsioni, nel Vecchio Continente entro 6 mesi oltre metà dei casi Omicron.

Da non perdere

È una mappa che mostra una situazione drammatica quella pubblicata dal Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. Come si può vedere dall’immagine, solo l’Italia e la Spagna hanno zone gialle, mentre tutto il resto dell’Europa porta il colore rosso chiaro o rosso scuro. Quest’ultimo prevalente in Germania, Benelux, Irlanda, Grecia e nell’Europa dell’Est.

Secondo inoltre quanto comunica l’Ecdc, entro sei mesi in Europa oltre la metà dei casi Covid sarà Omicron. A riguardo, “le evidenze attuali su trasmissibilità, gravità e fuga immunitaria sono altamente incerte. Tuttavia, i dati preliminari dal Sudafrica suggeriscono che potrebbe avere un sostanziale vantaggio di crescita rispetto alla variante Delta. In tal caso, i modelli matematici indicano che Omicron dovrebbe causare oltre la metà di tutte le infezioni da Sars-CoV-2 nell’Unione europea/Spazio economico europeo entro i prossimi mesi”.

Questo è quello che emerge dalla valutazione dell’Ecdc nel documento in cui si valuta il rischio collegato alla nuova variante, dove si legge inoltre che “tanto maggiore è il vantaggio di crescita di Omicron rispetto alla variante Delta e la sua circolazione nell’Ue/See tanto più breve è il tempo previsto prima che Omicron causi la maggior parte di tutte le infezioni da Sars-CoV-2”.

Ultime notizie