sabato, 4 Dicembre 2021

Maltempo, allerta rossa in Sicilia e Calabria: domani scuole chiuse a Catanzaro

Nuovo bollettino di allerta meteo rossa in Sicilia e Calabria valido per l’intera giornata di domani. Chiusi tutti gli istituti scolastici a Catanzaro.

Da non perdere

A causa del maltempo che ha colpito Sicilia e Calabria, la Protezione civile ha diramato un nuovo bollettino di allerta meteo rossa valida per l’intera giornata di domani, martedì 26 ottobre. L’allerta coinvolge i territori a nord e a est della Sicilia, dove sono previsti temporali nelle prossime 24 ore, con possibili mareggiate, e la provincia di Reggio Calabria e la zona ionica in provincia di Catanzaro, in Calabria.

Sull’isola, dalla serata di oggi, si prevedono precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale con fenomeni più frequenti sui settori centro-orientali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

In Calabria, come indicato dal Comune di Catanzaro, la nuova ordinanza dispone la chiusura di tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, compresi i servizi educativi per l’infanzia e per la scuola dell’infanzia pubblici e privati, asili nido pubblici e privati e ludoteche, attività scolastiche ed extrascolastiche e degli impianti sportivi della città.

Il provvedimento si è reso necessario, in via precauzionale e per l’elevata criticità, in previsione del persistere di precipitazioni intense a prevalente carattere di rovescio o temporale, venti forti e mareggiate lungo le coste esposte. Situazioni che potrebbero comportare rilevanti problematiche connesse alle difficoltà di spostamento con mezzi pubblici e privati.

Su disposizione del primo cittadino, nel frattempo è attivo il Centro operativo comunale, che sta monitorando costantemente la situazione ed è pronto ad adottare ogni misura necessaria per affrontare eventuali rischi e pericoli a tutela della pubblica incolumità.

Il Sindaco inoltre ribadisce di non mettersi in viaggio se non strettamente necessario,  evitare i sottopassi, abbandonare i piani seminterrati o interrati se ubicati in zone depresse o a ridosso di fiumi, torrenti, tombati e non sostare in prossimità di aree con versanti acclivi che potrebbero dare origine a colate rapide di fango e crolli di massi.

Ultime notizie