sabato, 4 Dicembre 2021

A Navalny il Premio Sakharov per “il coraggio di chi professa e difende le libertà civili”

L'antagonista di Putin è stato insignito del riconoscimento dal Parlamento europeo. Sassoli rinnova l'impegno, per un "forte sostegno del Parlamento europeo per il suo rilascio immediato".

Da non perdere

Il dissidente russo Aleksej Anatol’evič Naval’nyj è stato insignito del Premio Sakharov per la libertà di pensiero dal Parlamento europeo. La candidatura è stata sostenuta dal Partito popolare europeo e dai liberali di Renew Europe.

Su Twitter non si sono fatte attendere le reazioni del braccio destro di Naval’nyj, Leonid Volkov: “Pienamente meritato, grazie a tutti quelli che ci hanno sostenuto” e del direttore della Fondazione Anti-corruzione, Ivan Ždanov: “Urrà!”

Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, si è espresso sul riconoscimento all’antagonista di Putin: “Il Parlamento europeo ha scelto Alexei Navalny come vincitore del Premio Sakharov di quest’anno. Navalny ha condotto una strenua campagna contro la corruzione del regime di Putin e, attraverso i suoi account social e le campagne politiche, ha contribuito a denunciare gli abusi interni al sistema, riuscendo a mobilitare milioni di persone in tutta la Russia che hanno sostenuto la sua protesta. Per questo, è stato avvelenato e imprigionato”. Infine lancia l’impegno, per un “forte sostegno del Parlamento europeo per il suo rilascio immediato”.
Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega Affari UE, Enzo Amendola, su Twitter ha scritto: “Il Sakharov Prize va a Navalny. Una scelta giusta del Parlamento Europeo per premiare il coraggio di chi professa e difende le libertà civili, anche a rischio della propria vita”.

Ultime notizie