mercoledì, 8 Dicembre 2021

Amministrative 2021, il centrosinistra si riprende Roma e Torino: arranca il centrodestra

Roma e Torino tornano nelle mani dei Dem, mentre il centrodestra in affanno resta a pochi voti di distanza. Per Meloni una campagna aggressiva e indegna.

Da non perdere

Il centrosinistra si riprende Roma e Torino al secondo turno delle elezioni amministrative. A Trieste il centrodestra si riconferma alla guida della città, così come Clemente Mastella a Benevento. A Varese la Lega di Salvini perde in casa per la seconda volta consecutiva con il sindaco sostenuto dal Partito Democratico e dai pentastellati. Anche ai ballottaggi a preoccupare è stata la scarsissima affluenza ai seggi. A Roma solo il 40,7% dei cittadini ha imbucato la scheda elettorale; meglio a Torino (42,1%), Trieste (41,5%), Varese (47,4%) e Benevento con il 59,6% degli elettori alle urne.

Roma, ha vinto il candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri, ex ministro dell’Economia e delle Finanze, che ha annunciato la sua vittoria su Twitter ringraziando “tutte le romane e i romani”. “ Io sarò il sindaco di tutti. Il sindaco di tutta la città! Daremo vita a una grande stagione di bella politica partecipata a Roma“, scrive sul social. Con il 60,13% dei voti, Gualtieri conquista la Capitale lasciando indietro il candidato del centrodestra, Enrico Michetti che ottiene solo il 39,87% delle schede elettorali a suo favore.

Anche a Torino il centrosinistra si riprende la città dopo l’amministrazione pentastellata. Stefano Lo Russo, ex assessore all’Urbanistica del sindaco Fassino, diventa sindaco con il 59,23% dei voti. Il suo avversario di centrodestra, Paolo Damilano, si ferma invece al 40,77%. “Erano tanti anni che il centrosinistra non era così unito, così capace di fare squadra – ha dichiarato Lo Russo appena giunto al comitato elettorale. Il risultato è oltre ogni nostra aspettativa, un esito importante che ci responsabilizza molto. Sarò il sindaco di tutti i torinesi, anche di chi non è andato alle urne”. Lunedì prossimo il neoeletto annuncerà la giunta. “Mi assumerò io la responsabilità delle scelte, primo criterio la competenza. Posso comunque già dire che il vicesindaco sarà una donna”.

Trieste riconfermato per la quarta volta Roberto Dipiazza con Forza Italia con il 51,29% dei voti, mentre Francesco Russo si ferma a pochi passi con il 48,71%. Ad annunciare la vittoria è stato lo stesso sindaco, intervenuto in collegamento in diretta con l’emittente televisiva TeleQuattro. Dipiazza avrebbe riferito di aver telefonato al suo avversario per annunciare la sua disponibilità a collaborare nel progetto di trasformazione del Porto Vecchio.

In tutto hanno votato per il secondo turno delle amministrative 65 comuni. Oltre a Roma, Torino e Trieste, sono andati alle urne anche i cittadini di Benevento, Caserta, Cosenza, Isernia, Latina, Savona e Varese.

A Benevento, dopo aver mancato la vittoria al primo turno per un soffio, Clemente Mastella si conferma sindaco con il 52,68% dei voti degli elettori di Forza Italia, Italia Viva e numerose liste civiche. Il candidato di centrosinistra Luigi Diego Perifano si ferma al 47,32%.

A Caserta, il candidato di centrosinistra e sindaco uscente Carlo Marino, può tirare un respiro di sollievo con il 53,45% dei voti, battendo Piero Zinzi del centrodestra (46,55%).

A Cosenza, Francesco Alessandro Caruso (detto “Franz”), sostenuto da PD e PSI, diventa sindaco con il 57,59% dei voti, mentre il suo omonimo Francesco Caruso con Lega e Fratelli d’Italia ottiene il 42,41% dei consensi.

Anche a Isernia il centrosinistra può festeggiare, con Pietro Castrataro eletto con il 58,72% dei voti. L’avversario sostenuto da Lega, Forza Italia e il partito di Vittorio Sgarbi, Gabriele Melogli ottiene il 41,28%.

A Savona il candidato di centrosinistra Marco Russo ottiene una vittoria schiacciante con il 62,25% dei voti, lasciando il suo rivale di centrodestra Angelo Schirru al 37,3%.

A Latina, il sindaco uscente Damiano Coletta, esponente di una lista civica di centrosinistra, ottiene il 55,09% dei voti, mentre il suo rivale, sostenuto da FI, FdI e Lega. Vincenzo Zaccheo, raggiunge il 44,91% dei consensi.

A Varese, la città che ha dato i natali al partito di Matteo Salvini, Davide Galimberti del Partito Democratico si riconferma sindaco con il 53,20% dei voti. Matteo Luigi Bianchi del centrodestra si accontenta del 46,8%.

Giorgia Meloni ha commentato i risultati dei ballottaggi sostenendo che quella di oggi non può essere considerata una disfatta per il centrodestra, non risparmiando critiche al centrosinistra definendo la campagna elettorale ” aggressiva e indegna”. La leader di Fratelli d’Italia imputa la sconfitta della coalizione ai ritardi nella scelta dei candidati, come accaduto a Roma. Meloni chiarisce che l’asse di destra elaborerà una “proposta chiara, concisa e coraggiosa per un progetto comune” entro la fine del 2021, in vista delle prossime regionali e amministrative.

Matteo Salvini non è “in grado di dare commenti più approfonditi, già ora ha più sindaci rispetto a quelli che aveva 15 giorni fa. Poi avremmo preferito vincere a Roma» ha detto dalla Calabria. Si è poi soffermato sulla questione Forza Nuova e i tentativi di assalto alle sedi della Cgil dopo quello di Roma del 9 ottobre: “I fascisti ci sono solo sui libri di storia”, ha detto il leader del Carroccio prima di definire “delinquenti”, senza menzionarli, Giuliano Castellino e Roberto Fiore. Ha poi rivolto i suoi attacchi alla ministra Luciana Lamorgese in merito alla gestione della manifestazione di Roma, descrivendo poi quella antifascista, organizzata dai sindacati sabato 16 ottobre, una “manifestazione di partito”.

Enrico Letta si è soffermato invece sulla bassa partecipazione elettorale che dovrebbe far riflettere il Partito Democratico e la coalizione di centrosinistra. “Dobbiamo rilanciare le agorà democratiche”, ha detto il Dem. Per il segretario del Pd, questa grande vittoria è legata al fatto che “siamo stati chiaramente dalla parte della sicurezza e della libertà, dell’estensione del green pass”. Letta, che domani entrerà in parlamento come deputato dopo la sua elezione al collegio di Siena, ha poi richiamato all’attenzione sulla Legge di bilancio.

Ultime notizie