martedì, 26 Ottobre 2021

Cannabis, passione di famiglia: sequestrate 3mila piante coltivate da mamma, papà e figlio

Sequestrate circa 3mila piante all’interno di un’azienda agricola gestita da una famiglia di agricoltori composta da padre, madre e figlio.

Da non perdere

Nelle campagne di Villasor, in Sardegna, gli uomini della Squadra Mobile di Cagliari, Sezione Falchi, supportati dal 7° Reparto Volo di Oristano, hanno sequestrato circa 3.000 piante all’interno di un’azienda agricola gestita da una famiglia di agricoltori composta da padre, madre e figlio.

Il giovane di 19 anni, Cristian Sciola, è stato arrestato e trasferito in carcere a Uta, mentre il padre di 56 anni e la madre di 43 sono stati denunciati in stato di libertà. Dalle prime analisi a campione effettuate da personale della Scientifica, le piante sembra abbiano valori di principio attivo almeno 16 volte superiori al limite massimo consentito, motivo per cui è scattato il sequestro.

Secondo le stime delle Forze dell’ordine, al termine della lavorazione la piantagione avrebbe potuto produrre circa 450 chili di marijuana essiccata, per un valore di mercato di oltre 750mila euro. Per impiantare la coltivazione illegale inoltre, per copertura sono stati utilizzati  dei falsi documenti di una piantagione legale di cannabis sativa intestata ad una terza persona estranea ai fatti.

Ultime notizie