domenica, 17 Ottobre 2021

Luana D’Orazio, chiuse le indagini sulla morte dell’operaia: tre indagati

Il pm di Prato ha chiuso le indagini che dovranno fare luce sulla morte di Luana D'Orazio. Le accuse sono omicidio colposo e manomissione sicurezze. Per i tre si prospetta il rinvio a giudizio.

Da non perdere

Si sono chiuse le indagini sulla morte di Luana D’Orazio, l’operaia di 22 anni, madre di un bambino, morta sul lavoro lo scorso 3 maggio, a Montemurio (Prato), trascinata da un orditoio nell’azienda tessile in cui lavorava. La notifica di conclusione delle indagini è arrivata dalla Procura di Prato. Gli indagati sono tre: Luana Coppini titolare dell’azienda, il marito Daniele Faggi, ritenuto il vero amministratore dell’impresa e il tecnico manutentore Mario Cusimano. Le accuse formulate sono omicidio colposo e rimozione dolosa delle cautele anti-infortunistiche. Secondo gli accertamenti tecnici richiesti dalla Procura, il macchinario tessile aveva i dispositivi di sicurezza disattivati e viaggiava ad alta velocità con le saracinesche di protezione non in funzione.

Ultime notizie