mercoledì, 27 Ottobre 2021

“Grave caduta come uomo. Momento doloroso della mia vita”: le scuse di Luca Morisi indagato per droga

L'ex direttore dei social di Matteo Salvini si è espresso in merito alla vicenda che lo vede coinvolto, chiedendo scusa a tutte le persone che gli vogliono bene.

Da non perdere

A distanza di poche ore, ermergono aggiornamenti importanti riguardo la vicenda che vede al centro di un ciclone mediatico Luca Morisi, l’ex “Bestia” social di Matteo Salvini. Il mantovano classe ’73 ha comunicato in una nota di vivere uno dei momenti più delicati della sua vita. Prima di essere scoperto a cedere droga, Morisi il 1 settembre si era dimesso dai ruoli ricoperti nella Lega, ma oggi ha di fatto rivelato di trovarsi: “In un momento molto doloroso della mia vita, rivela fragilità esistenziali irrisolte a cui ho la necessità di dedicare tutto il tempo possibile nel prossimo futuro, contando sul sostegno e sull’affetto delle persone che mi sono più vicine”.

Morisi si è inoltre dichiarato innocente facendo un mea culpa generale, che ha toccato la sfera lavorativa e quella privata: “Non ho commesso alcun reato ma la vicenda personale che mi riguarda rappresenta una grave caduta come uomo. Chiedo innanzitutto scusa per la mia debolezza e i miei errori a Matteo Salvini e a tutta la comunità della Lega a cui ho dedicato gli ultimi anni del mio impegno lavorativo, a mio padre e ai miei famigliari, al mio amico di sempre Andrea Paganella a fianco del quale ho avviato la mia attività professionale, a tutte le persone che mi vogliono bene e a me stesso”.

Ultime notizie