sabato, 18 Settembre 2021

Sorpasso azzardato finisce in tragedia: 4 morti tra cui due fratelli e il cugino. Proclamato il lutto cittadino

Tre ragazzi stavano tornando a casa dopo un cena fuori quando su un lungo rettilineo hanno tentato un sorpasso, nell'impatto è morto anche il passeggero dell'auto che arrivava di fronte.

Da non perdere

Domenico Di Fazio, 37 anni presidente del Rapino Calcio, formazione che milita in prima categoria, Massimiliano e Alessandro Fiore di 21 e 23 anni, fratelli di Casoli (Chieti), Mattia Lorenzo Menna, 23 anni di Altino (Chieti) cugino dei due fratelli che viaggiava con loro; sono i nomi dei 4 morti nello schianto frontale avvenuto intorno a mezzanotte sulla ss649, all’altezza del territorio di Bucchianico (Chieti). L’impatto violentissimo non ha lasciato scampo.

Secondo le prime ricostruzioni a causare lo scontro sarebbe stato un sorpasso azzardato. I tre ragazzi erano a bordo di una Volkswagen Golf, finita contro la Jeep Renegade che proveniva dalla direzione opposta, condotta da un uomo di 30 anni, calciatore del Rapino, con accanto Di Faziooo seduto sul sedile del passeggero. Nell’impatto le due auto sono andate distrutte, i tre a bordo della Golf sono morti sul colpo; il personale sanitario del 118 di Chieti ha provato a rianimare Di Fazio, ma non c’è stato nulla da fare. Il calciatore che guidava la Jeep è stato traportato al policlinico di Chieti, ora è ricoverato in prognosi riservata.

Tutti illesi i cinque a bordo della Fiat Tipo sorpassata dalla Golf; nello scontro fra le due auto è stata urtata di striscio, per fortuna senza conseguenze. Sul posto sono intervenute due pattuglie della Polizia Stradale e i Vigili del Fuoco, che hanno dovuto usare la fiamma ossidrica per estrarre i corpi dalle auto accartocciate. Il sindaco di Rapino, Rocco Micucci, ha fatto sapere che sarà proclamato il lutto cittadino.

Ultime notizie