domenica, 25 Luglio 2021

Educazione alimentare, il Regno Unito pensa ai bambini: niente pubblicità del cibo spazzatura in tv

La riforma entrerà in vigore nel 2022, nella fascia oraria tra le 5:30 e le 21 non sarà possibile pubblicizzare determinate tipologie di alimenti come cioccolato, pizzette, hamburger, patatine, bibite gassate.

Da non perdere

Nel Regno Unito il governo di Boris Johnson ha deciso di vietare la trasmissione dalle 5:30 alle 21 tutto ciò che riguarda cibi ricchi di sali, zucchero o grassi, per far sì che ragazzi e bambini possano adottare nuove abitudini alimentari.

Gli spot pubblicitari sono causa di cattive abitudini per chi le guarda. I bambini che osservano in Tv pubblicità riguardanti il “cibo spazzatura” nella maggior parte dei casi sono obesi, già alla fine del loro percorso scolastico elementare.

Non a caso il Segretario di Stato per la Salute Pubblica, Jo Churchill, ha ricordato che i contenuti audiovisivi recepiti dai bambini “potrebbero avere un impatto sulle decisioni che prendono e sulle abitudini che adottano”. Secondo le autorità britanniche queste piccole restrizioni potrebbero aiutare ad eliminare fino a 7,2 miliardi di calorie all’interno della dieta alimentare dei britannici e ridurre di oltre 20 mila il numero di bambini obesi.

Nello scorso anno il Governo aveva considerato l’ipotesi di eliminare completamente questo tipo di pubblicità, ma dopo ore di consultazioni, si è giunti ad un compromesso. La riforma entrerà in vigore nel 2022, nella fascia oraria tra le 5:30 e le 21 non sarà possibile pubblicizzare determinate tipologie di alimenti come cioccolato, pizzette, hamburger, patatine, bibite gassate. Il divieto non sarà applicato su prodotti naturali e indicati per un sana alimentazione.

Ultime notizie