domenica, 24 Ottobre 2021

Schiaffo a Macron, condannato a 18 mesi l’aggressore

Condannato a 18 mesi Damien Tarel, l'uomo che ha aggredito il Presidenet francese. 14 mesi saranno con la condizionale e quattro da scontare.

Da non perdere

Condanna di 18 mesi per Damien Tarel, l’uomo che due giorni fa ha aggredito il Presidente francese Emmanuel Macron.

ll Tribunale ha così accolto la richiesta della Procura, specificando che 14 mesi saranno con la condizionale e quattro da scontare.

Tarel si difende affermando che nonostante avesse pensato di lanciare contro il Presidente un uovo o una torta alla crema già alcuni giorni prima della visita di Macron nella regione di Drome, lo schiaffo non era premeditato.

Penso che Macron rappresenti molto bene il decadimento del nostro paese“, ha detto in Tribunale, da quanto riporta BFM TV. Aggiungendo poi: “Quando ho visto il suo sguardo amichevole e bugiardo, che mi cercava come elettore, sono rimasto pieno di disgusto“.

Macron ha invece descritto l’attacco come un incidente isolato e ha affermato che la violenza e l’odio sono una minaccia alla democrazia.

Damien Tarel, 28 anni, è stato descritto come un appassionato di giochi di ruolo a tema medievale e nella sua città, la piccola Saint-Vallier, aveva fondato un gruppo di arti marziali europee per ridare vita alla pratica dell’arte della spada.

Cosa era successo :

Francia, finge di salutare il presidente e gli molla una sberla: Macron preso a schiaffi

Ultime notizie