martedì, 21 Settembre 2021

Brasile, offese omofobe sui social: 11 a Giudizio tra loro 6 poliziotti

Si tratta di offese sui social contro due agenti da parte di 11 persone. I due avevano pubblicato una foto mentre si baciavano con i loro rispettivi compagni.

Da non perdere

In Brasile sono state rinviate a giudizio 11 persone per il reato di omofobia. Tra questi sei poliziotti militari e un vigile del fuoco; le offese sono contro due agenti che hanno pubblicato una foto sui social baciando i loro rispettivi compagni. La foto dei baci è stata scattata durante una cerimonia svoltasi a Brasilia nel gennaio 2020.

La procura del Distretto Federale ha identificato e denunciato 11 persone per “aver praticato, indotto o incitato alla discriminazione o al pregiudizio su razza, colore, etnia, religione, origine, condizione di persona anziana o disabile, sesso, orientamento sessuale o identità di genere”.

Il reato è stato commesso tramite i social, per cui la pena varia da due a cinque anni di reclusione più una multa. La procura vuole, inoltre, che gli imputati paghino un risarcimento per danni morali nei confronti dei due agenti e dei rispettivi compagni.

Il tema dell’omofobia è evidentemente transnazionale, di questi giorni è la notizia di un appena 20enne decapitato dai suoi stessi familiari in Iran perché omosessuale; in Italia di discute da mesi del ddl Zan, di recente calendarizzato per la sua discussione in Parlamento dopo mesi passati a prendere polvere. La discussione a quanto pare non può essere limitata a singoli episodi.

Ultime notizie