martedì, 28 Settembre 2021

Covid, anticorpi monoclonali “bispecifici”: lo studio che dà speranza contro il virus e le varianti

Pubblicato su Nature lo studio condotto da un team di ricercatori, tra cui il Policlinico di Pavia, finanziato dalla Comunità Europea

Da non perdere

Una molecola bispecifica, capace di neutralizzare il Covid-19 ed anche le sue varianti: “Potrebbe prevenire e trattare i casi di Covid-19, salvando delle vite”. Parola di Mariya Gabriel, commissaria per l’istruzione, gioventù, sport e cultura della Comunità Europea che ha finanziato lo studio condotto da un team di ricercatori europei pubblicato su Nature. Una luce di speranza per tutti.

Nello specifico, si tratta di un anticorpo monoclonale chiamato bispecifico, perché in grado di riconoscere due diversi antigeni del virus, a differenza di quelli “tradizionali” che ne riconoscono solo uno. I ricercatori hanno raggruppato due anticorpi naturali in una singola molecola artificiale, i test eseguiti dai ricercatori hanno dimostrato che protegge dalle varianti di sarscov-2. Questa molecola potrebbe essere utilizzata sia nella prevenzione della malattia sia nella cura di pazienti. 

La ricerca è articolata in tre fasi: immunoterapia con plasma iperimmune, di cui si è occupata in particolar modo il Policlinico di Pavia; immunoterapia con gamma-globuline, all’Università medica svedese Karolinka di Stoccolma; immunoterapia mediante anticorpi monoclonali, a cui hanno lavorato l’Istituto di Ricerca in Biomedicina di Bellinzona e l’Università tecnica di Braunschweig.

 

Ultime notizie