lunedì, 17 Maggio 2021

Morta dopo l’asportazione di un neo: centro olistico multato per 30mila euro

Per il decesso della donna sono stati arrestati il dottor Paolo Oneda, dirigente di Chirurgia generale dell'ospedale di Manerbio e la guida spirituale del centro, Vincenzo Paolo Bandinelli.

Da non perdere

Il rappresentante legale del centro Anidra, a Manerbio, è stato multato per 30mila euro, si tratta della struttura finita al centro della cronaca per la morte di Roberta Repetto, in seguito all’asportazione di un neo.

Per il decesso della donna sono stati arrestati il dottor Paolo Oneda, dirigente di Chirurgia generale dell’ospedale di Manerbio e la guida spirituale del centro, Vincenzo Paolo Bandinelli.

Le sanzioni sono state comminate perché non sono state trasmesse all’autorità competente le notifiche di produzione di sostanze alimentari, non sono state approntate le procedure di autocontrollo aziendale. Inoltre, per mancata notifica all’autorità competente prima di immettere in mercato un prodotto cosmetico, e per aver prodotto cosmetici in assenza di buone pratiche di fabbricazione e avere immesso sul mercato prodotti cosmetici non conformi e non sottoposti a valutazione di sicurezza.

Ultim'ora