mercoledì, 12 Giugno 2024

Salvini su Borrell: “È un bombarolo, non mi rappresenta”

Le parole lapidarie di Salvini e di altri politici italiani sulla volontà di Stoltenberg riguardo alla guerra in Ucraina

Da non perdere

A margine di un evento di Assimpredil Ance a Milano, questa mattina Matteo Salvini ha commentato le dichiarazioni di Josep Borrell rispetto al fermo imposto all’Ucraina sull’uso delle armi inviate dalla NATO.

“Un bombarolo”

“Leggevo dichiarazioni farneticanti, pochi minuti fa, di Borrell, che teoricamente dovrebbe rappresentare anche me e il popolo italiano. È un altro di quei bombaroli che vorrebbe che le armi che noi abbiamo mandato all’Ucraina per difendersi fossero usate per attaccare, bombardare e uccidere in Russia”. Così commenta il vicepresidente del Consiglio le parole dell’Alto Commissario UE, secondo cui dovrebbe essere lecito per Kiev colpire la Russia con le armi occidentali. Questo parere trova terreno fertile nell’assemblea NATO, infatti per il segretario generale Jens Stoltenberg vanno ripensate le restrizioni imposte dai Pesi membri all’Ucraina sull’uso delle armi per colpire il territorio russo.

Il rifiuto italiano

Se secondo l’organizzazione militare Kiev ha le mani legate, dalla politica italiana arriva un secco “no” in merito. Il parere di Salvini riflette un punto di vista comune nella politica italiana. Il governo Meloni, tramite le voci di Crosetto, Tajani e la stessa premier si è espresso negativamente rispetto alle volontà di Stoltenberg e Borrell. Salvini ha detto che “Stoltenberg dovrebbe  ritrattare la sua dichiarazione, chiedere scusa o dimettersi. Se vogliono andare a combattere in Ucraina, che ci vadano Stoltenberg e Macron”. Tajani è stato più misurato, criticando il segretario NATO ha affermato che “ogni decisione va presa collettivamente”. Per Crosetto, in linea con le sue dichiarazioni sulla guerra in Palestina, “è sbagliato aumentare la tensione in una situazione già drammatica”. Meloni consiglia una maggiore cautela, riaffermando però la necessità che “la NATO debba rimanere ferma e non mostrare segni di debolezza”.

Ultime notizie