sabato, 22 Giugno 2024

Bergoglio alla CEI: “C’è troppa frociaggine”. Le presunte dichiarazioni del Papa fanno il giro del mondo

Le dichiarazioni del pontefice nell'assemblea CEI sul sacerdozio hanno fatto sussultare i vescovi e non solo

Da non perdere

Il bollettino d’informazione “Dagospia” ha riportato alcune dichiarazioni del vescovo di Roma Bergoglio riguardo ad alcune tendenze interne al sacerdozio. Durante l’assemblea generale della CEI, Francesco I avrebbe detto che “nella Chiesa c’è troppa aria di frociaggine”. Con questa dichiarazione il pontefice ribadirebbe il suo sostegno all’istruzione voluta nel 2005 da Benedetto XVI che nega agli omosessuali l’ammissione al sacerdozio.

Una cultura dell’omosessualità

Le parole pronunciate dal pontefice argentino avrebbero avuto lo scopo di mettere in guarda i vescovi su un tema culturalmente scottante. Se nella società odierna l’omosessualità “sembra la cosa più normale, per il ministero ordinato non lo è”, ed espone “i giovani al rischio di cadere”. Così commenta la redazione di Adnkronos le espressioni colorite e irrituali del Papa, che qualcuno potrebbe leggere come incoerenti rispetto alle precedenti dichiarazioni dello stesso. È vero che recentemente Bergoglio, in un’intervista con Cbs, ha affermato che “la Chiesa è aperta a tutti, tutti, tutti”, che “il Vangelo è per tutti” e che “se la Chiesa mette alla sua porta una dogana, cessa di essere la Chiesa di Cristo”. Ma è anche vero che lo stesso pontefice ha dichiarato che “si può benedire ogni persona, ma non l’unione omosessuale”, il che andrebbe “contro la legge della Chiesa”.

Nonostante si possa intravedere un’apertura del mondo clericale portata da Francesco, rispetto alle posizioni più conservatrici del Papa Emerito Ratzinger, non è possibile scindere le dichiarazioni del pontefice dal suo ruolo istituzionale. La Chiesa cattolica per come la conosciamo è un’istituzione antica, legata a dogmi stabiliti migliaia di anni fa in un testo come l’Antico Testamento, di cui sono note le posizioni inamovibili su molti temi, tra cui quelli dell’omosessualità. Non solo, si potrebbe anche dire che il cattolicesimo per come lo conosciamo oggi sia di matrice prettamente paolina, ma anche nelle Lettere di San Paolo del Nuovo Testamento non mancano condanne lapidarie a tali pratiche. Ci si potrebbe stupire dunque delle dichiarazioni del Papa, ma a ben vedere l’unica cosa di cui ci si dovrebbe sorprendere è la sboccataggine del pontefice, non tanto del contenuto delle affermazioni.

Ultime notizie