lunedì, 15 Aprile 2024

Russia-Ucraina, il Pentagono avverte: “Se Kiev cade, la NATO combatterà la Russia”. Mosca Risponde.

Austin ha sottolineato che è fondamentale comprendere che se Putin riuscisse a ottenere il controllo dell'Ucraina, non si fermerebbe e proseguirebbe con azioni aggressive anche in altre regioni.

Da non perdere

Durante un’audizione al Congresso, il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Lloyd Austin, ha lanciato un chiaro avvertimento riguardo alla situazione in Ucraina, affermando che se il presidente russo Vladimir Putin dovesse avere successo nel suo intento, la NATO sarebbe costretta a combattere con la Russia.

Austin ha sottolineato che è fondamentale comprendere che se Putin riuscisse a ottenere il controllo dell’Ucraina, non si fermerebbe e proseguirebbe con azioni aggressive anche in altre regioni. Ha esortato i repubblicani, che stanno bloccando un pacchetto di aiuti militari a Kiev del valore di 60 miliardi di dollari, a considerare le gravi conseguenze di non sostenere l’Ucraina. Il segretario alla Difesa ha evidenziato i rischi sul campo di battaglia e la disperata necessità di aiuti da parte degli ucraini, sottolineando che il ritardo nel fornire assistenza ha portato all’esaurimento delle munizioni e all’avanzamento delle forze russe.

La risposta di Mosca alle dichiarazioni di Austin non si è fatta attendere. Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo, ha reagito su Telegram definendo le parole del segretario alla Difesa americano “una minaccia diretta alla Russia” e ha suggerito che potrebbero essere una scusa per il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Zakharova ha definito tale posizione una “follia”, ma ha anche sottolineato che le dichiarazioni mostrano chiaramente chi sia l’aggressore agli occhi del mondo: gli Stati Uniti.

La tensione tra Stati Uniti e Russia, alimentata dalla crisi in Ucraina, continua a crescere, mentre il destino del paese e la sua incolumità geopolitica restano al centro dell’attenzione internazionale.

Ultime notizie