lunedì, 15 Aprile 2024

Mosca piange Navalny, funerali seguiti da una folla commossa: la Polizia russa osteggia in ogni modo il raduno dei fedeli. Bloccato la diretta internet

L'entourage di Navalny ha denunciato problemi con la rete Internet nella zona della chiesa, rendendo difficile la diretta streaming annunciata online. Questo blocco della comunicazione è stato interpretato come un tentativo di oscurare la portata dei funerali e il loro impatto mediatico.

Da non perdere

A Mosca, il cordoglio per Alexei Navalny, il dissidente russo deceduto due settimane fa nella colonia penale di Kharp, si manifesta in una folla commossa e in un clima di tensione crescente. Oggi, la chiesa dell’Icona della madre di Dio nel quartiere di Maryno, a sud-est della città, è il palcoscenico dei suoi funerali. Mentre il feretro di Navalny giungeva nella chiesa, una folla di sostenitori, nonostante la presenza massiccia della polizia, si è radunata fuori, dimostrando il loro affetto e rispetto per il dissidente.

Le autorità russe. oltrea cirocndare la zona, sono state attente a sottolineare che i raduni non autorizzati violano la legge e avvertono che i partecipanti potrebbero essere ritenuti responsabili. Tuttavia, questo non ha dissuaso i numerosi sostenitori che hanno voluto dare l’ultimo addio a Navalny, dimostrando un forte attaccamento al dissidente e ai suoi ideali.

L’entourage di Navalny ha denunciato problemi con la rete Internet nella zona della chiesa, rendendo difficile la diretta streaming annunciata online. Questo blocco della comunicazione è stato interpretato come un tentativo di oscurare la portata dei funerali e il loro impatto mediatico.

Intanto, il Cremlino ha mantenuto una posizione neutrale, affermando di non avere nulla da dire alla famiglia di Navalny in occasione del suo funerale. Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino, ha ribadito la posizione rigida del governo russo contro i raduni non autorizzati, sottolineando che chi partecipa a tali eventi sarà ritenuto responsabile ai sensi della legge.

La presenza italiana ai funerali di Navalny dimostra un sostegno internazionale al dissidente russo, nonostante le tensioni diplomatiche tra la Russia e alcuni Paesi occidentali.  Su istruzioni del ministro degli Esteri Antonio Tajani, il numero due dell’ambasciata, Pietro Sferra Carini, ha seguito la cerimonia in chiesa.

In un contesto segnato da un’atmosfera tesa e da restrizioni alle libertà civili, i funerali di Navalny rappresentano un momento cruciale per il futuro del movimento di opposizione in Russia e per la lotta per la democrazia nel Paese.

Ultime notizie