domenica, 14 Aprile 2024

Israele-Hamas, guerra in corso a Gaza: Israele intensifica l’offensiva nel sud dopo aver dichiarato successo nel nord

Le forze israeliane hanno ora concentrato la loro attenzione nel sud di Gaza, adottando un approccio diverso rispetto al settore settentrionale, dove intensi bombardamenti e combattimenti terrestri hanno portato alla distruzione di interi quartieri.

Da non perdere

Israele ha spostato l’offensiva militare nel sud della Striscia di Gaza, annunciando di aver completato con successo la missione di distruggere le infrastrutture di Hamas nel settore settentrionale. Daniel Hagari, portavoce delle Forze di Difesa Israeliane (IDF), ha affermato che, sebbene restino possibili combattimenti sporadici e lanci di razzi dal nord, Hamas non opera più in maniera organizzata in quella zona.

Le forze israeliane hanno ora concentrato la loro attenzione nel sud di Gaza, adottando un approccio diverso rispetto al settore settentrionale, dove intensi bombardamenti e combattimenti terrestri hanno portato alla distruzione di interi quartieri. Hagari ha dichiarato che, dall’inizio del conflitto, sono stati eliminati circa 8.000 combattenti di Hamas.

Il portavoce IDF ha riferito che i campi profughi sono ora sotto il mirino delle forze militari, indicando la scoperta di una “città sotterranea di tunnel” sotto Khan Yunis, nel sud di Gaza. Ha sottolineato la presenza di uomini armati nei campi profughi, affermando che la situazione è molto diversa rispetto al nord.

Il capo di stato maggiore israeliano, Herzl Halevi, ha annunciato che le operazioni a Gaza continueranno per tutto il 2024, definendo l’anno “impegnativo” a causa del conflitto con Hezbollah al confine nord. Halevi ha rassicurato che Israele è pronto ad affrontare eventuali ostilità con eccellenza.

Nel frattempo, il ministro della Difesa israeliano, Yoav Gallant, ha incontrato rappresentanti delle famiglie degli ostaggi e ha assicurato che le operazioni militari a Gaza proseguiranno fino alla liberazione di tutte le persone rapite da Hamas. Gallant ha affermato che l’aumento della pressione su Hamas contribuirà alla liberazione degli ostaggi.

In un recente raid a Gaza City, le forze armate israeliane hanno scoperto equipaggiamento tecnologico che indica la capacità di Hamas di costruire missili da crociera, una competenza precedentemente sconosciuta e presumibilmente acquisita con il supporto dell’Iran.

La situazione nella regione resta tesa, con Israele impegnato in operazioni militari prolungate e il prosieguo del conflitto con Hamas che getta ombre sull’intera regione.

Ultime notizie