domenica, 14 Aprile 2024

Turchia, arrestati 32 membri dell’ISIS: pianificavano attacchi a chiese, sinagoghe e ambasciata irachena

Le operazioni di arresto, condotte all'alba, hanno interessato principalmente le città di Istanbul e Ankara, ma sono state estese ad altre province turche, tra cui BalÕkesir, Bolu, Düzce, KÕrşehir, Konya, Sakarya e Samsun.

Da non perdere

Le forze di intelligence di Ankara hanno portato a termine un’operazione di vasta portata, culminata con l’arresto di 32 individui presumibilmente legati all’ISIS (Stato Islamico dell’Iraq e della Siria). Le accuse che gravano su di loro includono la pianificazione di attentati mirati contro chiese, sinagoghe e persino l’ambasciata irachena in Turchia.

Le operazioni di arresto, condotte all’alba, hanno interessato principalmente le città di Istanbul e Ankara, ma sono state estese ad altre province turche, tra cui BalÕkesir, Bolu, Düzce, KÕrşehir, Konya, Sakarya e Samsun.

Secondo quanto riportato dalla televisione di Stato Trt, tre dei soggetti arrestati hanno fornito informazioni dettagliate sulla struttura organizzativa dell’ISIS presente in Turchia. Hanno ammesso di aver visitato chiese e sinagoghe con l’intento di pianificare attacchi diretti.

Il ministro dell’Interno turco, Ali Yerlikaya, ha dichiarato dopo l’operazione di arresto: “Continueremo senza sosta la nostra lotta contro il terrorismo”. Le autorità turche sembrano determinate a contrastare qualsiasi minaccia terroristica nel Paese e a proteggere luoghi di culto e istituzioni diplomatiche da possibili attacchi.

L’ISIS, noto per la sua brutalità e la sua ideologia estremista, ha da tempo attirato l’attenzione delle agenzie di intelligence internazionali. La Turchia, con la sua posizione geografica strategica tra Europa e Medio Oriente, si è trovata spesso al centro degli sforzi globali per contrastare il terrorismo internazionale.

Gli arresti effettuati rappresentano un passo significativo nel disarticolare presunti piani dell’ISIS nel Paese. Le autorità turchi stanno conducendo approfondite indagini per scoprire ulteriori dettagli sui presunti piani di attacco e sulle reti coinvolte.

Ultime notizie