venerdì, 23 Febbraio 2024

In Italia arriva la sciabolata artica di Attila, da un’estate infinita a un gelido inverno

Nell'ultima settimana, si è verificato un crollo progressivo delle temperature, destinate ad un ulteriore abbassamento.

Da non perdere

Quest’anno, il clima ha seguito il corso del solstizio d’inverno. Nell’ultima settimana, si è verificato un crollo progressivo delle temperature, destinate ad un ulteriore abbassamento.

Oggi e domani, previsto l’arrivo di venti gelidi sull’intera penisola e di forti piogge, nell’area del Sud Italia. Domenica invece, il freddo sarà accompagnato da un’ondata di sole e da un clima asciutto in tutta Italia.

La sciabolata artica di “Attila”
Il fenomeno che, dal profondo nord, si abbatterà sulla zona mediterranea è stato denominato “Sciabolata artica di Attila”.

Secondo Antonio Sanò, il meteorologo fondatore del sito  www.IlMeteo.it, l’arrivo di questo inverno improvviso è causato dallo spostamento di una enorme massa d’aria proveniente dal Circolo Polare Artico finnico. Dalla Finlandia, questa ‘sciabolata artica’ attraverserà rapidamente Repubbliche Baltiche, Polonia e si tufferà, saltando le Alpi austriache, nel Mediterraneo. Inizierà a sfondare verso l’Italia dalle Alpi, durante la notte e fino a domani mattina, un forte vento di Foehn in Pianura Padana. Nella regioni della zona centro meridionale le quali Lazio, Marche e Abruzzo, i cieli si copriranno velocemente con rovesci a tratti intensi e nevicate sugli Appennini anche sotto i 1000 metri. La giornata di domenica, invece, prevalentemente soleggiata salvo veloci rovesci in Puglia e sul basso Tirreno.

Il picco di massima concentrazione della massa d’aria sarà raggiunto nella giornata di sabato 25.

Basse temperature durante la settimana a seguire, precipitazioni e nevicate nella zona della Pianura Padana. In Piemonte è previsto l’arrivo di fiocchi bianchi, nella notte fra lunedì 27 e martedì 28, con possibile replica a inizio dicembre.

I PROSSIMI TRE GIORNI- fonte ILMETEO.IT

VENERDI’ 24 NOVEMBRE
Temporaneo aumento della pressione. Giornata con cielo poco nuvoloso o a tratti molto nuvoloso al Centro-Sud. Un tempo più instabile lo si avrà in Campania dove potrebbe verificarsi qualche rovescio. Verso sera irruzione di aria artica e tempo che andrà a peggiorare sulle coste tirreniche meridionali e quindi sulle regioni peninsulari del Sud e sui confini alpini. Temperature stazionarie.

SABATO 25 NOVEMBRE
Irruzione di aria fredda artica. Temporanea formazione di un minimo al Sud. Giornata con condizioni di forte instabilità al Sud e sul medio Adriatico con precipitazioni a tratti diffuse e che potranno risultare nevose a quote collinari. Venti forti da nord. Tempo più soleggiato sul resto d’Italia. Mari molto mossi o localmente agitati. Temperature in sensibile diminuzione.

DOMENICA 26 NOVEMBRE
Alta pressione, ma soffiano venti freddi da nord. Clima invernale. La giornata trascorrerà con generali condizioni di bel tempo con il cielo che si presenterà prevalentemente sereno o al massimo poco nuvoloso. Da segnalare soltanto la possibilità di veloci piogge sulle coste della Puglia. Risveglio mattutino gelido su tante città. Mari meridionali molto mossi. Temperature in calo.

Ultime notizie