lunedì, 20 Marzo 2023

Terremoto, nuove scosse di terremoto in Turchia: 6 morti e oltre 200 feriti

In Turchia sono state registrate due nuove scosse di terremoto, ad Hatay. Diversi feriti e 6 morti. Vittime anche in Siria.

Da non perdere

La terra continua a tremare in Turchia. Tra le 20:04 e 20:07, ora locale, sono state registrate due nuove scosse di magnitudo 5.8 e 6.4 presso la provincia di Hatay, a sud est della Turchia, al confine con la Siria. La scossa di magnitudo 6.4 ha avuto come epicentro Samandag, località costiera al confine con la Siria, e Defne, poco distante dall’entroterra. Il terremoto è stato avvertito non solo nelle vicine province siriane, ma anche a Cipro, in Libano, Iraq, Palestina, Israele fino all’Egitto.

Al momento, in Turchia, si contano sei morti e 294 feriti. Tra le vittime c’è una donna che è stata uccisa da un blocco di cemento cadutole in testa nella città Samandag, vicino ad Hatay. Le vittime si registrano anche in Siria con almeno 5 morti. Quattro di loro sono morti nella calca causata dal panico ad Aleppo e Tartus. Un’altra donna è invece morta a Latakia. Diversi feriti nella fuga precipitosa si sono lanciati dalle case o buttati dai balconi, come hanno riferito i media locali.

Dopo il terremoto del 6 febbraio, sono state registrate oltre 6.000 scosse di assestamento. Il terremoto a Hatay si è registrato poco dopo ore l’arrivo del presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Il presidente ha annunciato che la ricostruzione partirà da marzo in tutte le città colpite dal sisma. Il progetto per le nuove città prevede edifici non più alti di tre o quattro piani, con l’obiettivo è di ridurre i rischi associati ai disastri naturali.

Ultime notizie