domenica, 23 Giugno 2024

Ucraina, nuovo attacco russo su larga scala: colpite infrastrutture critiche

Questa notte la Russia ha attaccato di nuovo l'Ucraina . Questo è il 15mo attacco massiccio in 358 giorni di guerra. Sono stati colpite aree critiche. Sono stati abbattuti 16 missili dal esercito ucraino. L'Ue e la Nato accelerano sulla consegna degli armi .

Da non perdere

La notte scorsa in Ucraina, ha risuonato l’allarme aereo in tutto il paese. Sarebbe il 15esimo attacco su larga scala. Sono state colpite anche infrastrutture critiche.

Le esplosioni sono state avvertite a Kremenchiuk nell’oblast di Poltava, nell’oblast di Leopoli dove i cittadini sono stati pregati di non uscire dai rifugi, a Donetsk  o Dnipropetrovsk.

Questa notte, l’esercito ucraino ha abbattuto 16 missili russi durante il massiccio attacco delle forze di Mosca. L’Aereonautica Militare ucraina fa sapere che sono state colpite diverse infrastrutture critiche in diversi regioni del paese. Sempre secondo l’Aeronautica Militare le forze militare russe avrebbero lanciato oltre 30 missili. Otto missili da crociera Kalibr sono stati lanciati da una fregata nel Mar Nero, 12 missili da crociera X-101/X-555 sono stati lanciati da due bombardieri strategici Tu-95 dal Mar Caspio e 12 missili da crociera X-22 sono stati lanciati da sei bombardieri a lungo raggio Tu-22 dalla frontiera russa della regione di Kursk. Dall’area occupata di Melitopol, nella regione di Zaporizhzhia sono stati lanciati due missili guidati X-59 da due aerei tattici Su-35.

Giorno 358 di guerra.
Cresce l’allarme per una nuova offensiva di Mosca. Lavrov dice che l’Occidente è verso un punto di non ritorno. La Nato si impegna a produrre più armi e munizioni. “L’Ucraina ha una finestra di opportunità per cambiare l’equilibrio del potere, e il tempo è fondamentale” ha affermato il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. 

L’offensiva russa è in una fase di preparazione avanzata da quasi due settimane, per alcuni è già iniziata. Le perdite di vite umane e di tecnica militare sono considerevoli. Ai confini non sono passati inosservati movimenti di truppe e mezzi aerei, cosi come le navi nucleari nel Baltico e 4 caccia russi che lunedì hanno quasi toccato l’Alaska. Non sappiamo cosa ha in mente  Putin. Può essere una tattica per infondere paura nei cittadini dei paesi europei e americani che a loro volta potranno  mettere pressione sui propri governi per non mandare più armi in Ucraina.

Mentre da Mosca continuano ad arrivare minacce, gli Stati Uniti ed Europa intendono accelerare sulla consegna di  armi a Kiev che potranno consentire agli ucraini di difendersi e vincere sul campo di battaglia. Secondo l’Alto rappresentante UE Josep Borrell è l’unico modo per arrivare ad un negoziato ed eventualmente alla pace.

Oggi Zelensky, sul suo profilo Telegram, ha ringraziato ai giornalisti che stano documentando e fotografando la guerra e gli orrori di essa. “Grazie ai giornalisti militari e agli addetti stampa, i crimini degli invasori russi vengono registrati … e diventano conosciuti in tutto il mondo.”

Ucraina
foto dal telegram di Volodimir Zelensky

 

Ultime notizie