martedì, 21 Maggio 2024

Giallo a Rimini, trovato il cadavere di una giovane donna sulla spiaggia: indaga la polizia.

Ritrovato il cadavere di una giovane cameriera in riva al mare sulla spaiggia coperta di neve a Bellaria. Sul posto è intervenuta la polizia, la Squadra Mobile della Questura di Rimini e il 118. L'ipotesi che sia suicidio. Non ci sono segni di violenza sul corpo.

Da non perdere

Strano ritrovamento ieri mattina in spiaggia a Rimini dove è stato notato da un passante, verso le 8.30, il corpo di una donna tra la neve, esattamente sulla spiaggia di Torre Pedrera, all’altezza del bagno 80 “Bela Burdela”, in viale San Salvador.

Il cadavere, apparentemente giovane, è  di una ragazza romena sui trentasei anni, piccola di statura e vestita di scuro. Secondo le fonti d’informazione faceva la cameriera ed era alloggiata in un residence della zona. Era

Sul posto sono intervenuti gli ausiliari del 118, gli agenti della Squadra Mobile di Rimini e la Polizia Scientifica per fare luce sul caso. Stando agli accertamenti del medico legale, la morte potrebbe essere stata causata da annegamento, poi il mare avrebbe riportato a riva il cadavere.

Sul fatto indaga la Squadra Mobile della Questura di Rimini coordinata dal sostituto procuratore Davide Ercolani  che ha autorizzato il trasferimento della salma e l’autopsia. Gli agenti sono al lavoro per rintracciare tutte le telecamere della zona che potrebbero fare luce sul caso.

Al momento sono esclusi segni di violenza. Le ipotesi di un gesto estremo si fanno sempre più consistenti.

Ultime notizie