giovedì, 9 Febbraio 2023

Identificati i resti del corpo di Saman, determinanti i denti nel collo una frattura

Oggi è arrivata l'identificazione dei resti recuperati nelle scorse settimane e per cui, alla fine, tutti si aspettavano solo la conferma dall'esito dell'esame autoptico.

Da non perdere

Alla fine l’hanno trovata. Dopo mesi di ricerche, iniziati a fine aprile dell’anno scorso, oggi sono stati identificati i resti di Saman Abbas, la ragazza pakistana di cui non si hanno più notizie dal 29 aprile 2022. Dopo ricerche infruttuose, alternate agli interrogatori degli indagati, oggi è arrivata l’identificazione dei resti recuperati nelle scorse settimane e per cui, alla fine, tutti si aspettavano solo la conferma dall’esito dell’esame autoptico.

La notizia è stata data dall’avvocato Barbara Iannucelli, legale dell’associazione Penelope che si è costituita parte civile nel processo per la morte della ragazza, che ha riferito di come l’identificazione del cadavere di Saman è arrivata da “un’anomalia dentaria, accertata grazie a foto e video”. L’avvocato ha poi dichiarato che sulle ossa del collo sono state ritrovate delle fratture: “L’osso ioide è fratturato nella parte sinistra e sono necessari accertamenti istologici per stabilire se pre o post mortem”. Questa scoperta confermerebbe l’ipotesi di strangolamento avanzata dalla Procura, ma serviranno ulteriori indagini per stabilire la causa del decesso.

Ultime notizie