martedì, 21 Maggio 2024

Forti dolori per via del ciclo, nel Liceo Artistico a Ravenna arriva il congedo mestruale per le studentesse

Il Consiglio d'Istituto del Liceo Artistico Nervi-Severini ha istituito il congedo mestruale per le studentesse che soffrono di dismenorrea e che ne fanno richiesta. Sono previsti due giorni di assenza al mese che non andranno a cumularsi a quelle considerate per la validità dell'anno scolastico.

Da non perdere

Dopo l’enorme passo avanti del congedo mestruale per le dipendenti affette da ciclo doloroso in un’azienda veneta, introdotto durante l’estate, anche a Ravenna si muovono i primi passi verso il riconoscimento alle donne di tale diritto. Infatti il Liceo Artistico Nervi-Severini ha istituito il congedo mestruale per le studentesse che soffrono di dismenorrea e che ne fanno richiesta. Il preside dell’istituto, Gianluca Dradi, ha spiegato che “probabilmente per una scuola si tratta della prima iniziativa di questo genere in Italia”. L’idea è arrivata dalle rappresentanti degli studenti nel Consiglio d’Istituto, che hanno raccolto le testimonianze di 16 compagne di scuola, facendo così presente come molte ragazze siano in preda a crampi mestruali così forti da non riuscire nel normale svolgimento della attività quotidiane e chiedendo l’introduzione del congedo già disciplinato in Spagna.

Il Consiglio d’Istituto ha avviato l’iniziativa pubblicando la delibera sull’albo online del Liceo. La scuola riconosce l’assenza massima di due giorni al mese per le studentesse che soffrono di ciclo doloroso. Tuttavia, tali assenze non andranno a cumularsi a quelle considerate per la validità dell’anno scolastico, quindi non intaccheranno il monte ore massimo. La legge prevede che, per essere ammessi agli scrutini, gli studenti abbiano frequentato almeno i tre quarti dell’orario annuale. Di conseguenza, il limite massimo di assenze ammonta a un quarto dell’orario annuale. Per le scuole c’è comunque la possibilità di individuare deroghe per assenze motivate e documentate, come l’assenza dovuta a malattie certificate.

Ultime notizie