giovedì, 20 Giugno 2024

Chiede un’auto al fratello che ha la concessionaria ma lui rifiuta: per vendetta gli tira addosso benzina e dà fuoco

Nella giornata di ieri un 56enne è stato arrestato per tentato omicidio. Secondo la ricostruzione dell'accaduto, l'uomo avrebbe litigato con il fratello che aveva rifiutato di dargli un'auto e al termine della discussione lo avrebbe cosparso di benzina e incendiato.

Da non perdere

Nella giornata di ieri 22 dicembre un uomo di 56 anni residente a Qualiano, in provincia di Napoli, è stato arrestato a Cividale del Friuli, in provincia di Udine, dai Carabinieri con l’accusa di tentato omicidio. L’episodio risalirebbe al 9 dicembre scorso, quando il 56enne avrebbe avuto una discussione con il fratello e al termine dell’acceso confronto, l’uomo avrebbe cosparso di benzina la giacca del familiare per poi dargli fuoco con un accendino; fortunatamente la vittima è riuscita a togliersi i vestiti e fuggire.

Successivamente, il fratello dell’aggressore si sarebbe rivolto ai Carabinieri raccontando anche il motivo dell’accaduto. Secondo quanto riferito alle Forze dell’Ordine, la vittima sarebbe titolare di una concessionaria e il fratello avrebbe preteso un’auto; vedendosi rifiutata la richiesta il 56enne avrebbe deciso di vendicarsi, cospargendo di benzina il familiare con una tanica che aveva con se. In seguito all’accaduto l’aggressore è stato arrestato, con i Carabinieri che avrebbero accertato di come tra i due c’erano già delle liti riguardo l’eredità della madre.

Ultime notizie