giovedì, 29 Febbraio 2024

Perseguitato e rapinato per tre anni, ragazzino minaccia il suicidio: 5 minori in comunità per bullismo

La vittima, un ragazzo di 14 anni, è stato costretto anche a cambiare scuola a causa degli atti di bullismo perpetrato nei suoi confronti da 5 coetanei. Tre anni di atti persecutori che lo avrebbero anche indotto a pensare di togliersi la vita.

Da non perdere

Cinque ragazzi tra i 15 e i 18 anni, tutti residenti a Gragnano in provincia di Napoli, sono stati raggiunti da una misura cautelare del collocamento in comunità con l’accusa di essere gravemente indiziati, a vario titolo, dei reati di atti persecutori e rapina. Gli indagati avrebbero compiuto atti di bullismo nei confronti di un 14enne, di fronte ai quali la vittima avrebbe anche manifestato la volontà di togliersi la vita. Le misure cautelari sono state eseguite questa mattina, 16 dicembre, dai militari della Compagnia di Castellammare di Stabia.

Le indagini

Le indagini, iniziate lo scorso settembre, hanno consentito di appurare che il 14enne aveva subito nel corso degli ultimi tre anni una serie di atti persecutori, sfociati anche in una violenta aggressione fisica che avrebbe causato alla vittima lesioni guaribili in 10 giorni. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il ragazzino durante l’anno scolastico in corso sarebbe stato anche costretto a cambiare scuola. Il 14enne, secondo quanto ricostruito avrebbe subito atti di bullismo sin dalla scuola primaria da parte di un coetaneo non destinatario della misura cautelare di oggi, in quanto all’epoca dei fatti minore di 14 anni. L’inchiesta portata avanti dai Carabinieri ha permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti di 3 degli indagati e di una quarta persona non imputabile, poiché minore di 14 anni, in merito alla rapina di un coltellino multiuso avvenuto nel mese di aprile. Tra i cinque indagati vi sono anche due già indagati nell’ambito di un procedimento penale relativo al suicidio di un ragazzo di 13 anni avvenuto sempre a Gragnano lo scorso primo settembre.

Ultime notizie