domenica, 26 Maggio 2024

Londra 2012, revocato l’oro alla Antyukh: sono 17 le medaglie in meno della Russia

Sono 17 le medaglie russe finora revocate per casi accertati di doping: 7 d'oro, 4 d'argento e 2 di bronzo. L'ultima è la medaglia d'oro di Natalia Antyukh, campionessa dei 400 metri ostacoli.

Da non perdere

Nonostante siano passati 10 anni dai giochi olimpici di Londra 2012, continuano le sanzioni legate alla vicenda doping. Protagonista assoluta, in negativo, la Russia che, negli ultimi giorni ha visto anche la revoca della medaglia d’oro di Natalia Antyukh, campionessa dei 400 metri ostacoli.

La Athletics Integrity Unit ha annullato i risultati dell’atleta russa che vanno dal luglio 2012 al giugno 2013 e trasmetterà la sentenza a World Athletics. Natalia aveva battuto per sette centesimi l’americana Lashinda Demus, seconda in 52.77, destinata a ricevere la medaglia d’oro quando il Cio accoglierà la sentenza della AIU. Terza la ceca Zuzana Hejnova in 53.38 e quarta la giamaicana Kaliese Spencer, con 53.66.
Sono 17 le medaglie russe finora revocate per casi accertati di doping: 7 d’oro, 4 d’argento e 2 di bronzo. L’unica medaglia d’oro “sopravvissuta” è quella di Anna Chicherova nel salto in alto, all’atleta russa, però, avevano già annullato i risultati ottenuti dall’agosto 2008 all’agosto 2010: la medaglia di bronzo ai Giochi di Pechino e la medaglia d’argento ai Mondiali di Berlino 2009.

Ultime notizie