mercoledì, 12 Giugno 2024

Lampedusa, il mare restituisce un altro cadavere. Salvini: “Le Ong vadano nei loro Paesi”

Si tratta del sesto corpo recuperato in 3 giorni davanti alle coste dell'isola. Il neo sindaco Mannino ha denunciato la difficoltà della gestione accoglienza non solo dei vivi, ma anche dei cadaveri recuperati e ha partecipato a un vertice col Procuratore Capo di Agrigento. Salvini su Twitter: "Basta business immigrazione clandestina".

Da non perdere

Il corpo senza vita di un migrante è stato ripescato a diverse miglia di distanza dalla costa di Lampedusa da una motovedetta della Capitaneria di porto, che si è diretta poi verso il molo Favarolo. Si tratta del sesto cadavere che il mare ha restituito negli ultimi 3 giorni davanti alle coste lampedusane e va ad aggiungersi agli 11 al momento presenti nella camera mortuaria dell’isola. Il neo sindaco di Lampedusa e Linosa Filippo Mannino, uscito vittorioso alle elezioni amministrative del giugno scorso, ha dichiarato: “La situazione si è complicata, perché oltre a soccorrere e accogliere i vivi, stanno arrivando anche dei cadaveri ed è complesso, anche a livello umano, gestire“.

Il primo cittadino ha rilasciato la dichiarazione dopo aver incontrato il procuratore capo di Agrigento Salvatore Vella, poco prima che il Pm iniziasse la riunione con i vertici delle forze dell’ordine e i soccorritori. E in merito alle nuove direttive del Governo che è pronto a non assegnare porti sicuri alle navi Ong, il sindaco ha aggiunto: “Ammiro il lavoro di chi salva vite umane, ma si deve considerare, per quanto riguarda Lampedusa, che quest’isola non può essere considerata l’unico porto sicuro. Non si può fare tutto sulle spalle di questa isoletta. Se l’Europa veramente vuole concretizzare i valori della solidarietà e coesione fra le nazioni è giusto che tutti gli Stati europei partecipino al soccorso e all’accoglienza dei migranti“.

Salvini: “Altro che in Italia, le Ong vadano nei loro Paesi”

Ed è proprio dal profilo Twitter che Matteo Salvini, in veste di nuovo Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile, ha espresso il suo commento sulla questione accoglienza migranti, in particolare riferendosi alla questione dell’assegnazione dei porti sicuri alle navi Ong. I post delle ultime ore fanno riferimento alla direttiva del Ministro dell’Interno Piantedosi, secondo la quale le condotte delle due navi Ocean Viking e Humanity 1 attualmente in navigazione nel Mediterraneo non sono “in linea con lo spirito delle norme europee e italiane in materia di sicurezza e controllo delle frontiere  di contrasto all’immigrazione illegale”. Nel pomeriggio di oggi, giovedì 27 ottobre, Salvini ha scritto:Messaggio per i trafficanti di esseri umani e per i loro complici: come da programma elettorale del centrodestra, l’Italia non tollererà più il business dell’immigrazione clandestina e degli sbarchi fuori controllo. Le Ong straniere si regolino di conseguenza. Altro che in Italia, le Ong vadano nei loro Paesi!“.

Ultime notizie