mercoledì, 12 Giugno 2024

Emergenza migranti, in Italia per cure salvavita non sopravvivono al viaggio: morti 2 gemellini di un mese

Due gemellini di circa un mese, eccessivamente sottopeso, sono stati trovati morti tra i 60 migranti soccorsi ieri dalla Guardia Costiera nei pressi di Lampedusa. I genitori speravano in cure salvavita per i piccoli, che purtroppo non sono sopravvissuti al viaggio.

Da non perdere

L’emergenza migranti continua a farsi sentire, stavolta con lacrime di dolore. Nella traversata conclusa ieri, 24 ottobre, con l’arrivo a Lampedusa, hanno perso la vita due gemellini di circa un mese. I corpi dei bimbi sono stati ritrovati tra le 60 persone partite da Sfax, in Tunisia, domenica 23 alle 16 e soccorse dalla motovedetta della Guardia Costiera.

La dinamica

Sembrerebbe, secondo la ricostruzione dei genitori e degli altri viaggiatori assiepati sul barcone, che la morte dei neonati, un maschietto e una femminuccia, sia avvenuta verso le 15 di ieri, circa 23 ore dopo la partenza. La causa del decesso sarebbe da ricercare nelle condizioni fisiche dei piccoli, infatti i due erano particolarmente sottopeso: uno risultava pesare 1,280 chili, l’altro appena 2 chili. La mamma e il papà dei neonati hanno riferito che i bimbi erano in cura in Tunisia e, probabilmente, speravano che in Italia sarebbero stati curati e salvati con appositi trattamenti, ma sfortunatamente non sono riusciti ad arrivare in tempo a Lampedusa.

Ultime notizie