martedì, 16 Aprile 2024

Amazon contro false recensioni, battaglia legale sbarca in Europa: denuncia in Italia e causa civile in Spagna

Amazon ha presentato la prima denuncia penale in Italia, la prima causa civile in Spagna e altre 10 azioni legali negli Stati Uniti, per combattere il mercato delle recensioni false in cambio di rimborsi o denaro.

Da non perdere

La battaglia penale di Amazon nei confronti delle recensioni false in cambio di denaro o prodotti gratuiti arriva anche in Europa. Infatti, il colosso dell’e-commerce ha presentato in Italia la sua prima denuncia penale, mentre in Spagna ha intentato una causa civile. Due procedimenti che, insieme ad altre 10 azioni legali recentemente avviate negli Stati Uniti, mirano a individuare e fermare questi operatori che attualmente gestiscono più di 11mila siti web e gruppi social, alimentando il mercato delle false recensioni su Amazon e in altri negozi online in cambio di denaro o prodotti gratuiti.

Assicurare questi malfattori alla giustizia attraverso azioni legali e denunce penali è una tra le tante iniziative importanti con cui proteggiamo i clienti affinché possano fare acquisti in tutta tranquillità“, ha tweettato Dharmesh Mehta, vice presidente vendita Partner Services di Amazon. “Oltre a continuare a innovare i nostri sistemi di rilevamento e prevenzione delle recensioni false nel nostro store Amazon continuerà in modo implacabile a individuare i malfattori che alimentano questo mercato e ad agire contro di essi. Non c’è posto per le recensioni false su Amazon o altrove nel settore“, ha concluso Mehta.

La denuncia di Amazon contro uno dei principali broker del settore

La prima denuncia penale di Amazon depositata in Italia, ha come obiettivo prendere di mira uno dei principali broker che vendono recensioni false. Il broker identificato avrebbe infatti creato una rete di persone disposte a comprare prodotti su Amazon e a pubblicare recensioni a 5 stelle in cambio di un rimborso completo dei loro acquisti.La decisione di Amazon di riportare questo caso all’Autorità Giudiziaria dimostra la determinazione dell’azienda a fermare coloro che traggono profitto ingannando i clienti e i partner di vendita. Queste condotte possono integrare reati per i quali in Italia sono previste pene detentive e pecuniarie“, si legge in una nota ufficiale. La società con sede a Seattle ha anche presentato la sua prima denuncia civile in Spagna contro un broker di recensioni false, secondo quanto riportato da Agencia Reviews.

Ultime notizie