mercoledì, 5 Ottobre 2022

Taiwan-Usa, via alle trattative accordo commerciale: non sarà di “libero scambio”

All'ordine del giorno nelle trattative per l'accordo commerciale tra Taiwan e gli Usa ci sono 11 argomenti, tra cui clima, agricoltura e commercio digitale. Il negoziato, tuttavia, non soddisferebbe del tutto le aspettative dell'isola.

Da non perdere

L’hanno definito “il consenso sul mandato negoziale” quello raggiunto tra Taiwan e Stati Uniti su 11 argomenti, tra cui clima, agricoltura e commercio digitale al fine di lavorare insieme al raggiungimento di un accordo nell’ambito dell’Iniziativa Usa-Taiwan sul commercio del XXI secolo. Un’iniziativa di cui si parla dallo scorso giugno, definita subito dopo l'”Iniziativa economica per l’Indo-Pacifico”, che metteva da parte Taipei. Tuttavia, se l’accordo sarà raggiunto non sarà di libero scambio, come sperava Taiwan. Le trattative si baseranno sulle relazioni commerciali e di investimento bilaterali, promuovendo le priorità commerciali reciproche sui valori condivisi. E poi ancora, all’ordine del giorno, come riferito da una nota dell’Ustr-Ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti, l’innovazione e la crescita economica inclusiva per i lavoratori e le imprese a Taiwan e negli Usa.

La notizia, arrivata dopo le forti tensioni delle manovre militari cinesi sull’isola in risposta alla recente visita della speaker americana della Camera Nancy Pelosi, porterà probabilmente ad accrescere la pressione tra Washington e Pechino. La Cina, infatti, contesta agli Usa la violazione del principio della ‘Unica Cina’ alla base dei rapporti bilaterali. Dall’altra parte, però, la trattativa non soddisfa del tutto Taiwan, che come detto sopra, sperava su un accordo bilaterale di libero scambio. Secondo i dati forniti dall’Ufficio di rappresentanza commerciale degli Stati Uniti per il 2020, Taiwan è il nono partner commerciale degli Stati Uniti ed è uno dei maggiori fornitori mondiali di semiconduttori e altri componenti hi-tech.

Ultime notizie