giovedì, 29 Settembre 2022

Guerra in Ucraina, bombe su Kharkiv: 7 morti e 17 feriti. Guterres incontra Zelensky. Blinken: “Stop ostilità presso impianti nucleari”

A Kharkiv 7 persone sono rimaste uccise in un bombardamento su un edificio residenziale della città. Altre 17 sarebbero rimaste gravemente ferite. Nella giornata di oggi, il Segretario ONU, Antonio Guterres, incontrerà Zelensky ed Erdogan, a Leopoli, per discutere della situazione nel Paese a distanza di quasi sei mesi dall'inizio dell'invasione.

Da non perdere

Il sindaco di Kharkiv ha riferito che 7 persone sono rimaste uccise in un bombardamento su un edificio residenziale della città. Altre 17 sarebbero rimaste gravemente ferite. Entra in vigore da oggi, intanto, il divieto d’ingresso in Estonia per i turisti russi e anche per chi è in possesso di visti d’affari, sportivi o culturali. La misura viene presa in un momento di forte tensione internazionale. Il divieto arriva a distanza di pochi giorni dall’appello del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che ha chiesto all’Unione Europea di vietare i visti ai cittadini russi per impedire che il blocco diventi un supermercato aperto a chiunque abbia i mezzi per entrare. Allo stesso tempo, i visti verranno concessi in alcuni casi particolari. Per i diplomatici russi e le loro famiglie, ad esempio, e per chi ha un parente molto stretto residente in Estonia.

In giornata Guterres incontra Zelensky ed Erdogan

Nella giornata di oggi, il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, incontrerà il presidente ucraino, Volodymyr Zelelnsky, e quello turco, Tayyip Erdogan a Leopoli, per discutere della situazione nel Paese a distanza di quasi sei mesi dall’inizio dell’invasione. I tre discuteranno del recente accordo sull’esportazione di cereali ucraini, ma anche della necessità di una soluzione politica al conflitto. “Non ho dubbi sul fatto che si parlerà anche della questione della centrale nucleare di Zaporizhzhia”, ha detto il portavoce dell’Onu, Stephane Dujarric.

Blinken: “Stop ostilità vicino impianti nucleari”

Gli Usa, nel frattempo, hanno chiesto la fine di tutte le operazioni militari vicine agli impianti nucleari ucraini. Il Segretario di Stato americano, Antony Blinken, ha parlato con il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, in merito al continuo sostegno da parte degli Stati Uniti alle esigenze di difesa di Kiev. Il Segretario di Stato ha applaudito le autorità e gli operatori ucraini per il loro impegno in favore della sicurezza nucleare in queste circostanze. “Gli Stati Uniti continueranno a chiedere la fine di tutte le operazioni militari presso o vicino agli impianti nucleari ucraini e il ritorno del pieno controllo di questi impianti a Kiev e Mosca per porre fine a questa guerra d’elezione contro il proprio vicino sovrano”, ha detto Blinken.

Ultime notizie